rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità

Banca Popolare di Sondrio e Pro Valtellina insieme per i profughi ucraini

Una raccolta fondi congiunta per sostenere progetti di accoglienza, nelle varie forme, in provincia di Sondrio a beneficio dei profughi in fuga dalla guerra. Come contribuire

La Banca Popolare di Sondrio e la Fondazione Pro Valtellina Onlus, braccio locale della Fondazione Cariplo, hanno posto in atto un’iniziativa congiunta per sostenere progetti di accoglienza, nelle varie forme, in provincia di Sondrio a beneficio dei profughi provenienti dall’Ucraina.

Si parte con una significativa dotazione: 50.000 euro sono stati messi a disposizione dalla Fondazione Pro Valtellina; 75.000 euro dalla Bnaca Popolare di Sondrio. La Fondazione Cariplo, a sua volta, a fronte di tali somme ha versato 125.000 euro. All’importo complessivo di 250.000 euro si sommeranno le elargizioni che affluiranno – speriamo numerose – sul conto corrente dedicato.

Le offerte in denaro a tale scopo possono essere versate sul conto corrente numero IT45 H 05696 11000 000043500X44,intestato “Fondazione Pro Valtellina Onlus”, aperto presso la Sede di Sondrio della BPS. Le operazioni sono senza spese e commissioni. Tutti gli sportelli della Banca Popolare di Sondrio sono a completa disposizione per informazioni dettagliate sull’iniziativa e per ricevere gli importi di chi intende contribuire.

Lavoro di squadra 

"A una quarantina di giorni dall’inizio del conflitto bellico russo-ucraino, ci troviamo di fronte a una sventura che sollecita tutto il nostro impegno per dare sostegno a coloro, donne e bambini in particolare, che si vedono costretti a lasciare la loro patria e i loro affetti per mettersi al riparo dagli eventi di guerra. Un’emergenza umanitaria gravissima che ci colpisce in quanto uomini e donne componenti della società civile. Come Bps non potevamo non aderire con slancio e spirito solidaristico all’iniziativa di donazione messa in campo da Fondazione Cariplo con il fattivo supporto di Fondazione Pro Valtellina Onlus, per cercare di dare una risposta tangibile, sempre esigua a dire il vero, a questa terribile tragedia che richiede ora più che mai unità e determinazione. Tragedia in cui sofferenza e paura si moltiplicano viepiù, riversandosi in un oceano disumano di dolore" ha dichiarato Mario Alberto Pedranzini, consigliere delegato e direttore generale della BPS.

"Il partner con cui collaboriamo costituisce un’assoluta garanzia per l’allocazione dei fondi che andremo a raccogliere e che verrà attuata anche sotto l’egida di importanti istituzioni locali. Abbiamo così la possibilità di intervenire laddove ci saranno le necessità e sempre e comunque coi dovuti livelli di elasticità. V’è poi da dire che la presenza di numerosi lavoratori e lavoratrici ucraini ci fa avvertire in modo ancora più concreto il dovere di dare un’assistenza a questi profughi in cui, come già sottolineato, vi sono mamme, bambini, persone fragili. Per noi ciò che conta è che tutti loro si possano sentire, se non “a casa propria”, accolti e seguiti, in base alle loro specifiche necessità" ha concluso Pedranzini.

"Fondazione Pro Valtellina è a disposizione per garantire aiuto e accoglienza ai profughi, al fianco del territorio della provincia di Sondrio da sempre sensibile e generoso, pronto a dare una mano. Negli ultimi anni abbiamo dovuto affrontare insieme molte emergenze e ora ci troviamo al cospetto di un dramma che richiede nuovamente il nostro impegno: davanti alla sofferenza patita da persone che sono state costrette a lasciare il loro Paese, sono certo che il nostro territorio farà del suo meglio per dare loro sollievo, per accoglierle e per sostenerle. In questa iniziativa possiamo contare sul supporto della Banca Popolare di Sondrio che nel suo ruolo di “banca del territorio,” fedele allo spirito solidale che ne ha sempre contraddistinto l'azione, ha stanziato un importante contributo. Un aiuto tangibile che ci consentirà di soddisfare i bisogni dei profughi e di alleviare le loro sofferenze. Un grazie particolare al Consigliere delegato e Direttore generale dottor Mario Alberto Pedranzini per la profonda sensibilità, dimostrata anche in questa occasione" è il commento di Marco Dell'Acqua, presidente di Pro Valtellina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Popolare di Sondrio e Pro Valtellina insieme per i profughi ucraini

SondrioToday è in caricamento