rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità Tirano

Tirano, quasi 800 firme per la messa in sicurezza del Poschiavino

Ampio consenso per la petizione lanciata dal “Comitato per la messa in sicurezza del torrente Poschiavino”

Sono 765 i cittadini che hanno deciso di firmare la petizione promossa nel Tiranese dal “Comitato per la messa in sicurezza del torrente Poschiavino”. Un'ampia raccolta di firme "dal basso", scaturita dalla preoccupazione che grossi avvenimenti alluvionali, proprio come successo nell’alluvione ’87, possano mettere in pericolo la popolazione.

Nei giorni scorsi la raccolta firme è stata inoltrata alle istituzioni locali e regionali: al prefetto Roberto Bolognesi, ai sindaci di Tirano e Villa di Tirano, Franco Spada e Franco Marantelli Colombin, al presidente della Provincia, Elio Moretti, agli assessori regionali a Montagna e Infrastrutture, Massimo Sertori e Claudia Maria Terzi, oltre che ad Anas ed Ufficio Territoriale Regionale Montagna Sondrio)

Nello specifico le richiesto avanzate sono tre: la presa di provvedimenti necessari a garantire la sicurezza e l’incolumità degli abitanti della zona con il rifacimento dell’attuale ponte obsoleto, la messa a norma per il passaggio pedonale sul ponte e la pulizia ricorrente dell’alveo del torrente Poschiavino, supportata da un serio programma pluriennale delle opere idrauliche esistenti e dello sradicamento delle piante all’interno dell’alveo.

"Solo una pulizia continua e ricorrente su tutta l’asta del torrente Poschiavino, supportata da un serio programma pluriennale delle opere idrauliche esistenti e dello sradicamento delle piante all’interno dell’alveo, unitamente al rifacimento del ponte, potrà  dare ai cittadini una relativa tranquillità", hanno dichiarato dal comitato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano, quasi 800 firme per la messa in sicurezza del Poschiavino

SondrioToday è in caricamento