Scoprire Livigno tra passato e presente: un viaggio nella tradizione insiemeal Mus!

Situato in un’antica abitazione, attraverso un percorso innovativo il Mus! aiuta sia i turisti che gli abitanti del luogo a comprendere al meglio la storia passata del territorio e l'energia e le dinamiche che lo hanno portato ad essere come ci appare oggi

Da sempre noto come località sciistica e luogo ideale per le attività outdoor, ma anche per i suoi paesaggi mozzafiato e per lo shopping frizzante all’aria aperta, il Piccolo Tibet è in realtà molto di più: nella cornice delle Alpi Italiane, a 1816 metri di altitudine e immerso tra i colori, i suoni e i profumi della natura, Livigno è in realtà anche culla di tradizioni, di storia e di cultura. 

Per immergersi a pieno nella storia del Piccolo Tibet il luogo ideale è senza dubbio il Mus!, il museo di Livigno e Trepalle, testimone dello spirito di adattamento e dell'arte di arrangiarsi con poco che da sempre contraddistinguono i livignaschi. 

Situato in un’antica abitazione, attraverso un percorso innovativo il Mus! aiuta sia i turisti che gli abitanti del luogo a comprendere al meglio la storia passata del territorio e l'energia e le dinamiche che lo hanno portato ad essere come ci appare oggi.

All’interno delle stanze che compongono il museo è possibile muoversi in modo indipendente o accompagnati da una guida: la ricostruzione fedele e l’atmosfera suggestiva lasciano al visitatore un ricordo indimenticabile. 

Il Mus!, parte del Sistema Museale della Valtellina, non è un semplice museo: grazie alla presenza attiva dei volontari, infatti, i visitatori possono assistere dal vivo a numerosi momenti della tradizione livignasca e organizza diverse mostre a tema per guidare i visitatori nella storia in ogni momento dell’anno, arricchendosi di continue novità e offre laboratori didattici ed eventi. Anche per l’estate 2019, il calendario del Mus! si riempie di appuntamenti con la storia assolutamente da non perdere. 

La cardatura della lana 

Il mercoledì pomeriggio l’appuntamento è alle 16:30 presso un’abitazione privata per vedere con i propri occhi le centenarie macchine per cardare la lana, ancora perfettamente funzionanti grazie all’impegno e alla passione di Vito, un volontario del museo, che mostrerà uno dei passaggi fondamentali del ciclo della lavorazione della lana, la cardatura.

I Santi Patroni e le loro Chiese

Il giovedì pomeriggio è dedicato alle chiese: a partire dalle 16.30, le Chiese di Santa Maria Nascente, San Rocco e Sant’Antonio aprono le loro porte ai visitatori, per permettergli di vivere un’occasione speciale alla scoperta delle loro storie e dei dettagli più nascosti. 

"Ski(R)evolution", gli sci che hanno fatto la storia 

Il venerdì mattina, alle 11:00, il ritrovo è invece all’ingresso di Aquagranda Active You dove è allestita la mostra "Ski(R)evolution", a cura del Mus!, che ospita 140 paia di sci che hanno fatto la storia. La visita guidata è un’opportunità per approfondire la storia dello sci a Livigno e la rivoluzione della tecnica, dello sport e del turismo locale nell’ultimo secolo. 

Serate della tradizione 

Tutti i venerdì sera d’estate, dalle 21.00 alle 23.00, il Mus! accende le luci per permettere a tutti di cogliere l’atmosfera suggestiva delle fresche serate di montagna, allietate da musicisti e uomini e donne in abiti tradizionali impegnati nei lavori di un tempo.

Il Mus! è aperto dal 25 giugno al 30 settembre 2019, dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00. Domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30. Apertura serale il venerdì dalle 21.00 alle 23.00 (visite guidate speciali alle 21.00 e alle 22.00). La prenotazione è obbligatoria per le visite guidate e con la Livigno Card è possibile accedere al museo e alle mostre ad una tariffa speciale.  

Per ulteriori informazioni sul Mus! e sulle attività che il museo organizza durante l’anno: livigno.eu/museo

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

I più letti della settimana

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

Torna su
SondrioToday è in caricamento