Coronavirus

Vaccini anticovid, entro febbraio arriveranno 400mila dosi in Lombardia

Nelle scorse ore la Regione ha definito il calendario settimanale delle consegne

Dovrebbero tornare regolari le forniture di vaccini alla Lombardia. Il condizionale è d’obbligo dopo i ritardi annunciati nelle scorse settimane da Pfizer e Moderna. E nella giornata di martedì 26 gennaio la Regione ha definito il calendario settimanale delle consegne, documento propedeutico a quello vaccinale.

"Si tratta di un piano di consegne piuttosto corposo — ha spiegato il vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti – che va nella direzione di proseguire in maniera incisiva nella campagna di vaccinazione sul territorio, fondamentale per andare a diminuire ulteriormente il rischio di contagi e arrivare a situazioni sanitarie gestibili senza emergenze da parte degli operatori e con fiducia da parte della collettività". 

Le dosi annunciate

Pfizer si è impegnata a consegnare alla Lombardia 294.840 dosi effettive. Nello specifico, 85.410 nella settimana dell'8 febbraio, 104.130 in quella del 15 febbraio e 105.300 nella settimana del 22 febbraio. Moderna ha invece comunicato un piano di consegne effettive così ripartito: 27.500 nella prima settimana, 82.100 nella terza.

La campagna vaccinale lombarda

Nel frattempo prosegue la campagna vaccinale in Lombardia. In totale sono state iniettate 234.550 dosi (su 305.820 disponibili, il rapporto è del 76.7 %), stando a quanto è possibile verificare sul sito apposito creato dal ministero della Salute (dati aggiornati alle 16:00 di martedì 26 gennaio ). Tra i vaccinati 157.334 sono donne e 77.216 uomini. La fascia d'età maggiormente coperta è quella tra i 50 e i 59 anni, con 64.690 'pazienti' sul totale. Seguono le fasce tra i 40-49 (47.591), 30-39 (36.658) e 60-69 (30.975). Nella giornata di ieri, come dichiarato dalla Regione, sono stati effettuati 14mila vaccini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anticovid, entro febbraio arriveranno 400mila dosi in Lombardia

SondrioToday è in caricamento