menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Morelli di Sondalo in chiaroscuro: chiude un reparto covid ma 8 decessi in settimana

Continua a diminuire il numero di ricoverati per covid-19. Da lunedì 15 febbraio riattivati i reparti di Chirurgia generale e Ortopedia per le urgenze

La tendenza alla diminuzione dei malati covid-19 ricoverati all'Ospedale di Sondalo si è confermata e rafforzata nel corso di questa settimana, come si sperava, riducendo la pressione sulla struttura e sugli operatori sanitari e consentendo la chiusura di un reparto. Oggi i pazienti in cura sono 66, di cui quattro in Terapia intensiva, erano 80 lunedì scorso e 101 all'inizio di febbraio, tutti ospitati in tre reparti all'interno del primo padiglione ad eccezione di quelli in Rianimazione, al quarto padiglione.

L'altro dato positivo riguarda la differenza tra nuovi ricoveri e dimissioni, con queste ultime che superano nettamente i primi: 23 a 15. Una media di circa tre ricoveri al giorno dopo che per settimane si arrivava a dieci e oltre. Purtroppo, si registrano ancora molti decessi, otto da lunedì scorso, quattro donne e quattro uomini, metà dei quali nati negli anni Trenta e l'altra metà negli anni Quaranta. Dall'inizio della pandemia, quindi in poco meno di un anno, nelle strutture ospedaliere della provincia di Sondrio sono morte 397 persone a causa del coronavirus.

La minore pressione sull'Ospedale Morelli e la chiusura di un altro reparto consentono di riavviare attività che erano state temporaneamente sospese per impiegare il personale nei reparti covid-19. Da lunedì 15 febbraio è stata disposta l'attivazione delle urgenze di Chirurgia generale e Ortopedia: i pazienti che ne avessero necessità, a causa di patologie o traumi, potranno essere ricevuti e curati a Sondalo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento