Emergenza coronavirus, anche la Polizia Penitenziaria in pattuglia con la Polizia di Stato

A partire dal prossimo week-end, anche la Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Sondrio sarà a disposizione della locale Prefettura per fronteggiare l’emergenza epidemiologica COVID-19

A partire dal prossimo week-end, anche la Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Sondrio sarà a disposizione della locale Prefettura per fronteggiare l’emergenza epidemiologica COVID-19.

L’iniziativa è scaturita dalla proposta del Prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello al Comandante della Casa Circondariale Ispettore Capo Massimiliano Fusco durante un colloquio nel quale il Prefetto si sincerava della situazione all’interno dell’istituto vista l’attuale emergenza che persiste in tutti gli istituti penitenziari della Nazione. In tale occasione la direttrice dell’istituto penitenziario Carla Santandrea ha espresso la volontà di fornire la propria collaborazione per le operazioni di controllo sul territorio sondriese. Tutto ciò per intensificare i servizi di pattugliamento, individuando un'aliquota di personale che effettuerà questo servizio esterno.

La polizia penitenziaria pertanto, dopo un accordo intervenuto con la Questura di Sondrio, collaborerà con le altre Forze di Polizia per effettuare i controlli previsti ricordando anche alle persone la necessità del rispetto delle regole stabilite per la tutela della salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Fusine, si cerca nell'Adda una 50enne scomparsa da casa

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento