Coronavirus, aumentano i ricoverati al Morelli di Sondalo: attivato un secondo reparto per i malati

Nessuno dei 25 ricoverati si trova in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore si sono registrate quattro dimissioni

I malati di coronavirus che necessitano di cure ospedaliere sono saliti da 20 a 25 in tre giorni e si è reso necessario attivare un altro reparto per accoglierli: oltre a quello ubicato al quarto piano del primo padiglione del Morelli anche un altro reparto, che si trova al terzo piano, è stato riservato ai malati covid-19. 

I guariti che lasciano l'ospedale di Sondalo aumentano ma non cessano i ricoveri: quattro martedì, altrettanti mercoledì, due ieri, di 61 e 43 anni, a conferma del progressivo abbassamento dell'età. Nessuno dei 25 pazienti ricoverati si trova in Rianimazione ma per due casi gravi è stata necessaria la terapia semi intensiva. Una situazione in progressivo peggioramento che preoccupa sia per la presenza di casi gravi sia per l'età dei pazienti che deve far riflettere sull'importanza di adottare le misure di sicurezza.

«Non ci sono alternative - spiega il direttore generale Tommaso Saporito -: oggi, sempre più, è fondamentale essere prudenti, evitando gli assembramenti, indossando sempre la mascherina, mantenendo la distanza di sicurezza e lavando o igienizzando spesso le mani. Nessuno può considerarsi immune perché il virus può colpire chiunque: bisogna stare molto attenti per proteggere se stessi e gli altri, in particolare gli anziani e le persone fragili≫. All'ospedale Morelli, dove sono in funzione tutte le attività ambulatoriali e ospedaliere, sono ricoverati complessivamente 170 pazienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questi giorni prosegue senza sosta il lavoro nel Laboratorio di analisi dell'ospedale di Sondrio che è in grado di processare fino a 200 tamponi al giorno, garantendo risultati entro le 24 ore per i test effettuati su alunni, docenti e personale delle scuole, per le persone ricoverate in ospedale e per i casi urgenti. Ogni mattina, tra le 9 e le 12, da lunedì a venerdì, presso gli ambulatori mobili dei Presidi ospedalieri e territoriali dell'Asst, le persone segnalate si presentano per essere sottoposte a tampone: circa 180 al giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Coronavirus, al Morelli di Sondalo la situazione si fa seria

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento