Coronavirus a Chiavenna, Della Bitta ai suoi cittadini: «Da lunedì inizia una nuova fase. Facciamo un patto»

Nella Citta della Mera saranno riaperte piste ciclabili, aree verdi e il cimitero. Sabato ripartirà anche il mercato.

I parchi giochi rimarranno chiusi

Anche Chiavenna è pronta per affrontare la 'fase 2' di questa emergenza coronavirus. Il sindaco Luca Della Bitta ha chiesto ai propri concittadini che questa nuova fase venga affrontata con senso di responsabilità.

«Abbiamo tanto atteso il momento - scrive il sindaco di Chiavenna ai suoi concittadini - in cui avremmo potuto tornare a spazi di movimento, di libertà, di respiro. Da lunedì alcune cose cambieranno ma stiamo attenti! L'emergenza sanitaria non è finita e se non rispetteremo le regole non è da escludere che si debba tornare indietro e che il numero dei contagi torni a crescere. Quindi facciamo un patto. Di fiducia reciproca e di impegno. Siete stati eccezionali nel rispettare le regole e nella vostra serietà di comportamento».

«Ora proviamo a ripartire - prosegue Della Bitta - non è un "liberi tutti" o un "tutto torna come prima". È ripartire con la testa e con regole indispensabili. Mascherina sempre, distanza, mai assembramenti, rispetto regole, igiene, lavaggio mani, ecc. Uscite solo per motivo ben chiaro. Spesa , salute, movimento, visita a parenti. Attenzione sempre altissima per anziani, per la loro tutela e per i bambini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riaperte piste ciclabili, aree verdi e cimitero. Ripartirà anche il mercato.

«Nello specifico da lunedì a Chiavenna riaprono le piste ciclabili. Niente assembramenti e soste prolungate 1 metro distanza se cammini, 2 metri se corri. In nessun caso assembramenti che obbligherebbero a richiuderle. Vi è la possibilità di camminata su sentieri con le regole di cui sopra, così come riaprono parchi e aree verdi con regole come sopra. Nessun assembramento di persone. È vietato dal dpcm l l'utilizzo dei giochi per bambini nei parchi. Nei prossimi giorni i nostri operai procederanno alla sanificazione di panchine e aree specifiche con arredo urbano, riapre anche il fontanello dell'acqua all'interno del parco di San Fedele con obbligo di mantenimento distanze. Riapre il cimitero per la visita e la preghiera ai nostri defunti. Vi saranno controlli all'ingresso ed un massimo di 15 persone in contemporanea con obbligo rispetto distanze. Lo stesso numero massimo è previsto per le cerimonie funebri con modalità che concorderemo in collaborazione con il parroco Don Andrea e i sacerdoti. Sabato prossimo riprenderà il mercato, solo per i banchi alimentari. Vi saranno modalità di sicurezza e accesso particolari che vi comunicherò a breve. Mi fido di voi. Proviamo - conclude il primo cittadino di Chiavenna - a ripartire insieme, senza sbagliare o sottovalutare la situazione. So che posso contare su di voi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Coronavirus, focolaio tra medici ed infermieri del Morelli di Sondalo dopo una festa tra colleghi

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento