rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Animali

Festa del gatto, origini e storia della ricorrenza

Questo felino, sempre più presente all'interno delle nostre case, viene celebrato in Italia ogni 17 febbraio

Si celebra oggi, giovedì 17 febbraio, la festa nazionale del gatto. Un animale amatissimo dagli italiani, con milioni di mici domestici che hanno ormai riempito le nostre case. D'altra parte questi felini sono circondati da un alone di fascino e mistero fin dall'antichità: basti pensare a quel vero e proprio culto che avevano nei loro confronti gli antichi Egizi, con la dea Bastet, non a caso, rappresentata con il corpo da donna e la testa da gatto.

La festa del gatto: le origini

La festa del gatto è nata nel 1990. La scelta di farla cadere il 17 febbraio è dovuta a due ragioni: innanzitutto febbraio, secondo una vecchia tradizione, è il "mese dei gatti e delle streghe" per antonomasia, in secondo luogo perché il 17 è comunemente associato alla sventura, un luogo comune che ha accompagnato i gatti almeno fin dal Medioevo. Fortunatamente, però, la superstizione secondo cui questi felini porterebbero sfortuna è oggi quasi del tutto scomparsa, con i gatti che, grazie alla loro propensione a legarsi agli esseri umani, sono stati accolti all'interno della propria abitazione da un numero sempre maggiore di persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del gatto, origini e storia della ricorrenza

SondrioToday è in caricamento