rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Animali

Vita da cani(le): tutti i pregiudizi da sfatare (Episodio 1)

Spesso ci sono dei pregiudizi sui canili, ma l’esperienza dell’educatrice cinofila Eleonora Bizzozero ci aiuterà a scoprire la bellezza di questo mondo e dei cani ospitati al loro interno

La compagnia di un animale domestico è qualcosa di speciale: è benefica per i bambini perché un pet al loro fianco li responsabilizza, mentre gli anziani possono mantenersi più attivi e soprattutto sentirsi meno soli.

Avere un cane in casa aiuta gli anziani a ridurre il rischio di disabilità: lo studio 

Per accogliere un quattro zampe in casa non c’è decisione migliore di adottarlo. Spesso ci sono dei pregiudizi però possiamo cancellare ogni dubbio con i consigli degli esperti, come Eleonora Bizzozero, educatrice cinofila e docente della scuola ThinkDog, che da molti anni lavora come volontario nei canili e che ci accompagnerà di volta in volta con dei consigli preziosi sulla vita nei canili e sulle adozioni.

Una passione nata fin dall’infanzia

La passione di Eleonora Bizzozero è nata quando era bambina, grazie al legame profondo instaurato col suo primo cane. Il grande amore per i cani l’ha spinta a divenire volontaria nei canili, in cui la comunicazione con i quattro zampe è diventata ancora più profonda, fino a quando ha deciso di diventare un’educatrice cinofila.

Inizialmente cliente della scuola cinofila Thinkdog, ne è diventata in pochi anni un’apprezzata docente. La passione per i pelosi l’ha portata anche a prestare servizio all’interno dei canili, come ad esempio il Parco Canile di Milano.

Il suo impegno costante è quello di far diventare queste strutture dei luoghi in cui valorizzare i cani, evitando che vengano viste come luoghi di detenzione, ma in cui incontrare l’animale domestico che cambierà la vita delle persone che decideranno di adottarlo. Nell’intervista l’educatrice cinofila ci chiarisce alcuni punti e ci introduce nel mondo dei canili con un’ottica differente.

Un nuovo modo di concepire i canili

Come ci ha spiegato Eleonora Bizzozero, può sembrare che ci sia poca attenzione sui canili, perché nella maggior parte dei casi in cui si parla dei cani presenti in queste strutture si tende a fare degli appelli in cui non si valorizzano le loro qualità e le loro doti. Questa tendenza - ha proseguito Bizzozero - sta cambiando perché sui social si sta puntando maggiormente proprio sulla vita all’interno dei canili che è fatta anche di momenti di gioco e divertimento.

I pregiudizi da sfatare sui canili

I canili sono cambiati già da diversi anni, ma questa inversione di rotta la conoscono soltanto le persone che lavorano all’interno di queste strutture. Secondo l'educatrice cinofila, per molta gente, si tratta ancora di luoghi rimasti “fermi” a mezzo secolo fa, in cui l’alimentazione e la gestione sanitaria erano molto diverse rispetto a quelle di oggi. È importante sfatare questi miti e far capire che la cura e le attenzioni per il benessere dei pet sono l’obiettivo principale dei volontari.

Adottare un cane dal canile: scopriamo i falsi miti 

Come accogliere un cane in casa

Accogliere un cane in casa è un passo molto importante ed Eleonora Bizzozero ce lo ha ribadito nella sua intervista. Infatti, prima di compierlo è fondamentale recarsi in un canile, iniziare un periodo di conoscenza con i pet e capire se c’è sintonia tra la nuova famiglia e loro. In questo senso, l’intervento dei volontari è essenziale perché conoscono molto bene ogni cane e possono consigliare quello che fa al caso di ogni famiglia.

Gli errori da evitare assolutamente quando si vuole adottare un cane 

Nel video potete vedere la prima intervista completa a Eleonora Bizzozero, educatrice cinofila e docente della scuola ThinkDog.

Volete conoscere ancora meglio i canili e i loro ospiti? Continuate a seguire la nostra rubrica e i consigli dell’esperta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vita da cani(le): tutti i pregiudizi da sfatare (Episodio 1)

SondrioToday è in caricamento