Ossigeno per Santa Caterina Valfurva: apre la bretella comunale per "superare" il Ruinon

In attesa che la Provincia di Sondrio completi i lavori di ripristino della provinciale 29, potranno transitare i titolari di diritti reali purché se ne assumano la responsabilità

La realizzazione della bretella della SP 29 (Foto di Luca Bellotti, fb)

La bretella comunale, realizzata per bypassare la strada sottostante la frana del Ruinon, in Valfurva, è pronta. In attesa che la Provincia di Sondrio completi i lavori di regimentazione delle acque a monte dello smottamento e di realizzazione dei nuovi valli paramassi a ridosso della strada provinciale 29 "del Gavia", sarà possibile transitare sul percorso alternativo comunale purchè vi siano reali esigenze e necessità inderogabili. A darne notizia, con un'ordinanza, il sindaco di Valfurva, Angelo Cacciotto.

Norme di circolazione

Sulla bretella comunale, secondo le indicazioni del Comune di Valfurva, potranno transitare esclusivamente «i titolari di diritti reali in Santa Caterina, (residenti – proprietari di immobili) nonché operatori turistici, lavoratori, dipendenti e fornitori oltre alla forze di polizia e di soccorso pubblico». Il tutto fino al termine dei lavori in corso in capo alla Provincia di Sondrio.

Creerà forse un po' di clamore la scelta del comune furvese di declinare ogni responsabilità a chi, pur avendone diritto, deciderà di transitare sul by-pass parallelo alla provinciale 29 in concomitanza con il versante franoso del Ruinon. 

Le altre disposizioni

Comunque una boccata di ossigeno per Santa Caterina e i suoi abitanti, arrivata con un ottimo tempismo, viste le recenti nevicate che hanno obbligato le autorità a chiudere per la stagione invernale la strada che conduce al Passo del Gavia.

Nell'ordinanza di Cacciotto vengono altresì specificate altre nuove disposizioni. Innanzitutto la pista forestale nel bosco, utilizzati durante i mesi di emergenza per raggiungere Bormio ed il resto della Valtellina da Santa Caterina, non sarà più accessibile viste la ostiche condizioni climatiche riconducibili alla stagione fredda. Questo determina anche la soppressione delle corse della navetta 4x4.

Anche il presidio sanitario e di soccorso organizzato in Santa Caterina nei mesi di chiusura della provinciale 29 viene chiuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento