Fine scuola: il pensiero del dirigente Molinari tra vacanze, scomparse e ringraziamenti

Il titolare scolastico provinciale: «È stato un anno caratterizzato da tante iniziative e tanti progetti che hanno reso ancora più ricca la nostra scuola grazie all’impegno degli studenti, alla guida degli insegnanti ed al sostegno dei dirigenti»

Si è concluso l'anno scolastico ed il Dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, Fabio Molinari, rivolge un pensiero a tutto il mondo della Scuola valtellinese. Un pensiero attento, come è prassi per Molinari, che tocca e coinvolge tutti i soggetti che, a vario titolo, gravitano e transitano nel mondo scolastico provinciale.

Ecco di seguito la lettare del Dirigente scolastico a conclusione dell'anno di scuola:

Carissimi,

anche questo anno scolastico volge al termine e, per la seconda volta, ho il piacere di potervi rivolgere un pensiero di saluto e di affetto. È stato un anno caratterizzato da tante iniziative e tanti progetti che hanno reso ancora più ricca la nostra scuola in tanti ambiti (inclusione, sport, cittadinanza, cucina, elettronica, meccanica, teatro e molto altro ancora) grazie all’impegno degli studenti, alla guida degli insegnanti ed al sostegno dei dirigenti.

È stato purtroppo anche un anno segnato dalla tragica scomparsa di alcuni studenti, che ha segnato nel profondo il nostro animo, e di una Dirigente Scolastica da poco in pensione che ha amato la scuola con un amore tenace ed incondizionato. Non scompaia mai dai nostri cuori il loro ricordo perché, tramite di esso, la loro vita continui in qualche modo dentro di noi.

Agli studenti raccomando di prendersi il giusto riposo senza dimenticare di tenersi in esercizio per riprendere a settembre la scuola con rinnovato vigore; ai ragazzi che porteranno con sé qualche debito formativo rivolgo un invito più pressante affinché possano recuperare e riprendere il loro cammino insieme ai compagni già promossi.

A chi non ha ottenuto la promozione voglio solo dire di non sentirsi falliti perché la bocciatura non è un fallimento personale ma solo un insuccesso didattico. Ciascuno si impegni con forza per il nuovo anno scolastico nello stesso indirizzo oppure, se ha compreso di aver compiuto una scelta sbagliata, seguendo un altro percorso. Ma senza perdere fiducia in se stesso.

Ringrazio di cuore i tanti docenti che hanno compiuto con serietà, impegno e dedizione il loro lavoro ed i Dirigenti Scolastici che hanno assicurato alle scuole una saggia guida, accollandosi spesso anche il peso di una reggenza per rispondere alle necessità dell’Amministrazione. La mia gratitudine va anche al personale della scuola, grazie al quale gli studenti hanno potuto trovare sempre un ambiente pulito, una segreteria funzionante e laboratori in ordine. Un grazie lo devo con tutto il cuore ai miei collaboratori dell’ Ufficio, senza i quali non riuscirei a fare un lavoro all’altezza delle attese delle nostre scuole. E parimenti ringrazio le OO.SS. con cui abbiamo avuto sempre un rapporto cordiale, trasparente e corretto.

Un pensiero deferente va a tutte le Istituzioni per la costante e preziosa collaborazione, che riassumo nella figura del Prefetto, alle Forze dell’Ordine, alle Aziende fino alle Associazioni di Categoria, fra cui ricordo con particolare affetto Coldiretti. Un grazie sentito ai mezzi di comunicazione, che hanno dato visibilità alle nostre scuole così come a tutti coloro che, in qualunque modo ed in qualunque forma, hanno fornito la loro collaborazione.

Un ultimo pensiero desidero rivolgerlo agli studenti che si apprestano a sostenere gli Esami di Stato: non abbiate paura delle novità ma confidate nelle vostre capacità e nella vostra preparazione. Il resto verrà da sé. A tutti, con affetto sincero e gratitudine per quanto ho immeritatamente ricevuto in questo anno trascorso fra voi, un abbraccio di vero cuore!

Fabio Molinari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piateda, trovato un cadavere nell'Adda: potrebbe essere quello di Nicola Scieghi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi di Albosaggia

  • Valanga travolge tre sciatori alpinisti vicino al Passo Salmurano, uno estratto vivo dalla neve

  • Titolare trovato con cocaina e contanti, messi i sigilli a un bar del centro di Colico

  • Sondrio rivoluziona il suo Piano del Traffico: cambio di senso di marcia per 12 vie cittadine

  • Domani i funerali di Nicola Scieghi

Torna su
SondrioToday è in caricamento