Morte giovane Federik: ritirate le targhe alle motoslitte della carovana

Il provvedimento preso dai Carabinieri della Stazione di Campodolcino. Il 17enne aveva perso la vita cadendo per centinaia di metri nei pressi dell'Alpe de Barna, a 2800 metri d’altitudine

Il giovane Federik con la sua motoslitta (Instagram)

I Carabinieri della Stazione di Campodolcino hanno ritirato la targa delle sei motoslitte utilizzate durante l'escursione nei pressi dell'Alpe de Barna, a 2800 metri d’altitudine, durante la quale perse la vita, lo scorso 24 febbraio, il giovane Federik Scaramella. 

Una vera tragedia che ha visto il 17enne cadere per centinaia di metri mentre si trovava in sella alla motoslitta di famiglia insieme al padre Christian.

In particolare sono stati presi provvedimenti nei confronti dei 6 conduttori di motoslitta ai quali è stata ritirata la targa del mezzo, poi sospesa dai Sindaci di Madesimo e Campodolcino, per aver percorso le cosiddette zone “rosse” pericolose e pertanto vietate alla circolazione.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

  • La neve di luglio raggiunge la Valtellina

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Valfurva, malore nella notte a 3100 metri: intervengono i soccorsi

Torna su
SondrioToday è in caricamento