Morte giovane Federik: ritirate le targhe alle motoslitte della carovana

Il provvedimento preso dai Carabinieri della Stazione di Campodolcino. Il 17enne aveva perso la vita cadendo per centinaia di metri nei pressi dell'Alpe de Barna, a 2800 metri d’altitudine

Il giovane Federik con la sua motoslitta (Instagram)

I Carabinieri della Stazione di Campodolcino hanno ritirato la targa delle sei motoslitte utilizzate durante l'escursione nei pressi dell'Alpe de Barna, a 2800 metri d’altitudine, durante la quale perse la vita, lo scorso 24 febbraio, il giovane Federik Scaramella. 

Una vera tragedia che ha visto il 17enne cadere per centinaia di metri mentre si trovava in sella alla motoslitta di famiglia insieme al padre Christian.

In particolare sono stati presi provvedimenti nei confronti dei 6 conduttori di motoslitta ai quali è stata ritirata la targa del mezzo, poi sospesa dai Sindaci di Madesimo e Campodolcino, per aver percorso le cosiddette zone “rosse” pericolose e pertanto vietate alla circolazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In viaggio senza documenti regolari, fermato e multato autobus svizzero ad Ardenno

  • Piogge abbondanti in arrivo, la Provincia chiude il ponte di Traona per sicurezza

  • Valtellinese ucciso durante un agguato nella Repubblica Dominicana

  • Registro attività storiche e di tradizione: a 9 valtellinesi il riconoscimento di Regione Lombardia

  • A Sondrio un nuovo sportello per persone con disabilità e le loro famiglie

  • La Bce stoppa la Banca Popolare di Sondrio, salta l'acquisizione della Cassa di Risparmio di Cento

Torna su
SondrioToday è in caricamento