Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SS36: la spettacolare messa in sicurezza della parete rocciosa

Un incredibile video, realizzato con un drone, mostra il difficile lavoro di rocciatori e geologi per fare cadere a valle tutti i detriti pericolanti sopra la statale “del Lago di Como e dello Spluga” all'altezza del comune di Lierna

 

Le immagini sono impressionanti e le operazioni non sono semplici. La messa in sicurezza della parete rocciosa, franata nella serata di giovedì 25 aprile 2019, sopra la strada Statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga”, all'altezza del comune di Lierna, è durata qualche giorno ma ha permesso che la strada venisse riaperta in tempi ragionevoli. Un lavoro impegnativo come dimostra il video di Cristian Adamoli.

A ben guardare la difficoltà delle operazioni di disgaggio di rocciatori e geologi, oltre a comprendere le tempistiche di chiusura dalla SS 36, ci si spaventa al pensiero di quello che sarebbe potuto succedere se a cadere fossero stati massi di altre dimensioni. L'altezza della caduta e l'ampiezza della parete rocciosa coinvolta dalla smottamento fanno, quasi, pensare al miracolo visto che nessuno nell'occasione della frana è rimasto ferito

Intanto, la carreggiata nord, quella più a ridosso del pendio, resterà chiusa per qualche settimana al fine di rendere definitivamente sicura l'area.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento