Rubano in numerosi esercizi commerciali e si danno alla fuga: arrestati 3 rumeni

L’operazione è stata sicuramente frutto dell’ottima sinergia creatasi tra Carabinieri e Polizia Cantonale

Sabato pomeriggio i Carabinieri di Chiavenna e della Stazione di Campodolcino, in collaborazione con personale della Polizia Cantonale, hanno proceduto all’arresto di TIRLEA ION, 21enne, STAN IONEL 24enne e STOICA MIREA NICU 38enne, tutti di nazionalità rumena, responsabili di furti commessi in Svizzera e per i quali la locale Autorità Giudiziaria ha emesso un Mandato di Arresto Europeo.

Sabato pomeriggio il Comando della Polizia Cantonale di San Gallo ha comunicato alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Chiavenna che 3 soggetti, dopo aver consumato furti in esercizi commerciali in Svizzera, si erano dati alla fuga in territorio italiano a bordo di un veicolo, varcando il confine tramite il valico di frontiera di Montespluga.

A seguito di tale comunicazione, i Carabinieri della Compagnia di Chiavenna hanno attuato un articolato piano di ricerche dei fuggitivi nell’ambito del territorio di competenza, con l’impiego di circa 15 militari, piano che si è rilevato efficacie poiché ha consentito di rintracciare i 3 soggetti lungo la SS36, nel tratto del Comune di San Giacomo Filippo. La successiva perquisizione personale ha permesso di recuperare banconote per una valore di 2000 Euro e 1000 Franchi Svizzeri, provento dei furti precedentemente commessi in Svizzera.

Sulla base di tali elementi, l’Autorità Giudiziaria elvetica ha emesso un Mandato di Arresto Europeo nei confronti dei tre rumeni, ritenuti essere i componenti di una banda che ha portato a termine numerosi furti oltre frontiera.

I tre sono stati quindi dichiarati in arresto e accompagnati presso la Casa Circondariale di Sondrio, in attesa di estradizione.

Analogamente a quanto accaduto lo scorso aprile, quando i Carabinieri di Chiavenna avevano fermato 4 moldavi fuggiti dalla Svizzera dopo aver commesso furti in esercizi commerciali, l’operazione di ieri è stata sicuramente frutto dell’ottima sinergia creatasi tra Carabinieri e Polizia Cantonale, che hanno saputo unire le proprie forze nel contrasto alla criminalità predatoria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce nel burrone con il mezzo da lavoro che lo travolge: grave operaio valtellinese

  • Galbusera piange Franco Giandonati, storico manager del "Mago G"

  • Morbegno, cade dalla bici e si frattura una spalla

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Denunciato pusher morbegnese nel "bosco della droga" tra Molteno e Bulciago

Torna su
SondrioToday è in caricamento