Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ruinon, fatto brillare anche il masso ciclopico che aveva fatto chiudere la strada

Quasi terminati i lavori di messa in sicurezza della frana in Valfurva

 

Non manca molto perchè i lavori di messa in sicurezza del versante franoso del Ruinon, in Valfurva, siano ultimati. Dopo settimane di lavori, gli artificieri sono intervenuti anche sul grosso masso ciclopico caduto sulla strada provinciale 29 "del Gavia" lo scorso 20 agosto.

La rimozione del masso, fatto esplodere con il NONEX, un composto chimico non detonante, permetterà di iniziare i lavori per la creazione dei tre valli annunciati nei giorni scorsi dal presidente della Provincia di Sondrio, Elio Moretti. I lavori dovrebbero iniziare lunedì 14 ottobre 2019.

Un'esplosione mirata e calcolata quella del masso che «nulla a che vedere con le esplosioni occorse sul corpo frana, molto più potenti e distruttive», come sottolineato da Giuseppe Cola, l'oramai celebre "custode" della frana del Ruinon.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento