Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Volley maschile, l'US Bormiese si laurea campione della Coppa Italia

L’assegnazione dei titoli maschili giunge al termine di un campionato ridotto ai minimi termini (US Bormiese, Cosio Volley e NSSV), ma importantissimo per provare a tenere in vita il sempre più risicato settore delle “quote azzurre”

La Bormiese Pallavolo lascia ancora il segno, questa volta nel settore maschile. Nelle finali della Coppa Italia svoltesi domenica 20 giugno 2021 a Sondrio, la formazione guidata da Dante Guasconi e da Panfilo Leombruno si è laureata campione provinciale con un perentorio 3-0 sulla Nuova Sondrio Sportiva Volley di Filippo Tani e Alaios Borinelli, che nella mattinata era già scesa in campo per giocarsi l’accesso alla finalissima contro il Cosio Volley dell’ex serie B Leonardo Bertolini (3- 0 per i sondriesi).

L’assegnazione dei titoli maschili giunge al termine di un campionato ridotto ai minimi termini (US Bormiese, Cosio Volley e NSSV), ma importantissimo per provare a tenere in vita il sempre più risicato settore delle “quote azzurre”. I bormini, forti della loro esperienza pregressa nei campionati superiori di serie D e nell’interprovinciale con Bergamo, hanno saputo imporre il loro gioco su tutti gli avversari, alcuni dei quali giovanissimi; il lavoro encomiabile di alcune società, infatti, sta puntando a ricostituire un vivaio di ragazzi da cui far ripartire la pallavolo maschile, anche se un progetto veramente incisivo non potrà prescindere dall’apporto fondamentale di tutte le società valtellinesi.

Miglior giocatore della Coppa Italia è stato nominato Massimo Antonioli (US Bormiese), capitano di lunga data e capace, per tutta la stagione in corso, di reinventarsi nel ruolo di palleggiatore da opposto mancino qual è. Con questa vittoria la Bormiese passa di diritto alla fase regionale, che si giocherà tra fine giugno e inizio luglio tra le migliori 8 formazioni maschili della Lombardia.

Guasconi: «Adesso arriva la parte più difficile: non sarà facile, ma ce la metteremo tutta»

«È stato un campionato per certi versi atipico – esordisce il tecnico Dante “Pisi" Guasconi –; siamo diventati “Coppa Italia”, il che suona abbastanza pomposo, però in Valtellina siamo sempre le solite 3/4 squadre a contenderci la piazza del maschile ed è un vero peccato, perché è un settore che avrebbe tanto da dare e da aggiungere in termini di qualità. Non dimentichiamo che la maggior parte degli allenatori che siedono sulle nostre panchine sono anche ex giocatori! Ad ogni modo, nonostante la povertà dei numeri, il campionato è stato importante per finalizzare l’attività della palestra verso obiettivi più definiti ossia le partite in campo, con tutto quel che ne consegue. E adesso arriva la parte più difficile ossia la prosecuzione della Coppa Italia a livello regionale: non sarà facile, ma ce la metteremo tutta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley maschile, l'US Bormiese si laurea campione della Coppa Italia

SondrioToday è in caricamento