rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport Chiesa in Valmalenco

Valmalenco esclusa dai World Winter Master Games, Pedrazzi tenta il ripescaggio

Il tentativo in extremis della consigliera regionale dopo il malcontento degli operatori turistici: "La volontà forte del territorio è quella di non lasciarsi sfuggire possibilità indispensabili per rilanciare una valle laterale che non ha sbocchi su paesi confinanti”

È dei giorni scorsi l'annuncio del coinvolgimento di alcune località della provincia di Sondrio nella prossima edizione dei World Winter Master Games, il più importante evento al mondo di sport invernali riservato agli atleti ‘Over 30’. Tra i paesi coinvolti in Valtellina e Valchiavenna (Aprica, Bormio, Chiavenna, Madesimo e Sondrio), colpisce l'assenza della Valmalenco, grande esclusa dalla manifestazione in programma nel gennaio 2024.

A raccogliere il malumore degli operatori turistici malenchi, amareggiati per l'esclusione di quella che viene vista come la "prova generale" delle Olimpiadi 2026, è la consigliera regionale Simona Pedrazzi: “Anche la Valmalenco ha tutte le potenzialità per potere rientrare tra i territori destinati ad ospitare la prestigiosa World Winter Master Games 2024”.

“Credo che lo sport e i grandi eventi sportivi siano un ottimo mezzo per promuovere il nostro territorio e la World Winter Master Games, il più importante evento al mondo di sport invernali, rappresenti un momento di rilancio e di ritorno agli sport invernali che hanno pagato davvero un prezzo troppo alto, soprattutto a causa dell’emergenza Covid. Per questo, mi sono permessa di inviare una lettera agli uffici competenti in Regione Lombardia, con l’auspicio di poter far rientrare il territorio della Valmalenco, con il suo comprensorio sciistico, tra le località interessate" ha aggiunto la politica originaria proprio di Chiesa in Valmalenco.

"La Valmalenco possiede tutti i requisiti per poter accogliere orgogliosamente qualunque competizione sportiva. Ricordo, solo a titolo d’esempio che quest'anno si terranno ben tre 'Coppe del Mondo' di specialità snowboarder Cross, gobbe e scialpinismo, oltre ai Mondiali assoluti juniores di tutte le specialità freestyleski e snowboard. La volontà forte del territorio, - conclude Pedrazzi - seppur con difficoltà, è quella di non lasciarsi sfuggire possibilità che rappresentano occasioni indispensabili per rilanciare una valle laterale all'arteria viabilistica principale e che non ha sbocchi su Paesi confinanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmalenco esclusa dai World Winter Master Games, Pedrazzi tenta il ripescaggio

SondrioToday è in caricamento