Anche il Tennisporting Club di Sondrio torna alla normalità, riaperti i campi

Dopo due mesi di lockdown il circolo tennistico del capoluogo può ospitare i suoi soci e gli appassionati della racchetta ottemperando al rigido protocollo sanitario 

Al Tennisporting Club di Sondrio si è ritornati finalmente a giocare. Dopo due mesi di totale chiusura, a causa delle norme imposte da Governo e Regione Lombardia per fermare l’espandersi del covid-19, il circolo tennistico presieduto da Orlando Salomoni ha finalmente potuto riaprire le porte agli appassionati di tennis che già nei primi giorni hanno risposto presente dimostrando di voler ricominciare a giocare.

Per farlo il Tennisporting Club di Sondrio ha dovuto seguire il rigido protocollo imposto dai ministeri competenti e dalla FIT riguardante tutte le norme per la prevenzione di nuovi contagi da Covid 19. Aperti per ora i tre campi all’aperto, ai quali si può accedere solo dopo aver prenotato on line l’ora o le ore di gioco, ma a breve potrebbero essere utilizzati anche i due nuovissimi campi 4 e 5. Pian piano si sta ritornando ad una sorta di “normalità”, con gel igienizzanti all’ingresso del circolo e dei campi, termoscanner per misurare la temperatura corporea, personale con mascherine e guanti, distanziamento di almeno 2 metri tra le persone e uso di mascherina per tutti i presenti all’interno del circolo eccezion fatta, ovviamente, per i tennisti in campo. Inoltre spogliatoi rigorosamente chiusi, a disposizione c’è un solo bagno che viene periodicamente sanificato, e percorsi obbligatori per l’ingresso e per l’uscita.

Sia all’entrata che all’uscita i giocatori troveranno il gel per igienizzare le proprie mani. In questo momento è possibile prenotare una sola ora sul campo 1 e sul campo 3 mentre sul campo 2 è possibile prenotare anche due ore consecutive. 

Norme rispettate

«Siamo aperti coi 3 campi all’aperto – dice il maestro Maurizio Salomoni -, con due giocatori per campo e quindi abbiamo al massimo in contemporanea 6 giocatori. Siamo stati attenti ad ottemperare a tutte le normative imposte e a seguire in maniera rigorosa la direttiva inviataci dalla FIT. Tutti i prodotti che usiamo per sanificare e igienizzare sono certificati, a tutela della salute nostra e dei giocatori. Invitiamo i giocatori a presentarsi già cambiati, visto che non si possono usare gli spogliatoi, e a leggere attentamente la normativa presente sull’apposita cartellonistica posta all’ingresso del circolo. Siamo sicuramente soddisfatti per essere riusciti a riprendere l’attività, anche se ci auguriamo tutti quanti di ritornare presto alla normalità. La gente è ancora un po’ spaventata e non potrebbe essere altrimenti visti i due mesi appena trascorsi. Voglio però rassicurarli e li invito a venire a giocare a tennis perché noi abbiamo seguito e seguiamo tutte le procedure “igienico-sanitarie” necessarie per evitare i contagi da covid 19.  E saremo molto rigorosi nel farle rispettare».

Campi estivi  

Il Tennisporting Club di Sondrio si sta già attivando per poter ospitare i consueti camp estivi, a partire dal 15 giugno e fino ad agosto. Ovviamente saranno a numero chiuso, con gruppetti piccoli e con personale adeguatamente preparato per far rispettare tutta la normativa “anti covid 19”.  «Ci stiamo organizzando, a breve saremo in grado di comunicare giorni e orari in cui si terranno i camp estivi e le modalità di iscrizione. E’ chiaro che saranno camp a numero chiuso e rivolti quindi a gruppi piuttosto ristretti» ha concluso Salomoni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ardenno, tenta di uccidere i figli con il gas e di togliersi la vita: arrestata

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Talamona, padre e figlio in scooter non si fermano all'alt dei carabinieri: inseguiti e denunciati

  • Valmalenco, i carabinieri non riescono a calmare il figlio violento: sedato e ricoverato

  • Sci, verso la chiusura degli impianti di risalita per le vacanze: si attende la conferma del Dpcm

  • Coronavirus, Dpcm e regole per Natale 2020: niente sci in Lombardia e niente cenoni

Torna su
SondrioToday è in caricamento