Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport

Il Giro d'Italia passa tra i banchi, il premio della Gazzetta dello Sport alle scuole

La primaria di Mese ha vinto "Biciscuola" e Bruno Pozzi del Leonardo Da Vinci di Chiavenna è risultato il miglior reporter

Il Giro d'Italia e la scuola, un binomio che esalta i valori dello sport e pone all'attenzione i temi della sostenibilità, dell'alimentazione e della sicurezza stradale: l'arrivo della corsa rosa in Valchiavenna, previsto per sabato 29 maggio, ha fornito l'occasione per riflettere e per mettersi in gioco attraverso due concorsi, l'uno rivolto agli alunni della scuola primaria l'altro agli studenti delle superiori, e un'iniziativa di scambio tra le province di Sondrio e di Cremona. La risposta dei ragazzi non si è fatta attendere e i vincitori sono stati ufficializzati in questi giorni.

Per il progetto Biciscuola, giunto alla ventesima edizione, le classi partecipanti potevano scegliere tra quattro temi, tutti legati al Giro d'Italia, per realizzare il proprio elaborato, un cartellone, un video o un disegno, rispettando il termine del 23 aprile scorso per l'invio. Per la provincia di Sondrio a vincere è stata la classe 3A della Scuola primaria di Mese (Istituto Comprensivo Garibaldi), formata da 16 alunni, che sarà premiata il 27 maggio in maniera virtuale a causa delle restrizioni per l'emergenza sanitaria. Ciascun alunno riceverà una maglietta Biciscuola, la classe una mascotte Wolfie e un orologio da parete, la scuola una fornitura di arance. L'incontro online prevede anche l'approfondimento delle principali tematiche del progetto.

Bruno Pozzi, studente del Liceo scientifico "Leonardo Da Vinci" di Chiavenna, iscritto alla classe quarta, è il vincitore del concorso di giornalismo "Reporter per un giorno" promosso da Rcs Sport-La Gazzetta dello sport. Con l'aiuto dei compagni Emanuele Guanella, Lorenzo Maraffio e Giovanni Zugnoni, coordinati dall'insegnante di Scienze motorie Silvia Boffi, Bruno Pozzi ha vinto grazie all'articolo intitolato "È tempo di giro" e il 29 maggio avrà una postazione dedicata nella sala stampa del quartiere tappa a Campodolcino per scrivere un altro pezzo con il quale parteciperà a una selezione nazionale.

Alle due iniziative promosse dall'organizzazione del Giro d'Italia si è aggiunta quella organizzata dagli Uffici Scolastici Territoriali di Sondrio e di Cremona, coordinati dal Dirigente Fabio Molinari, che prevede uno scambio tra gli studenti delle due province, unite dal passaggio della corsa ciclistica. Sono state costituite due “redazioni giornalistiche” locali, composte da studenti. In questi giorni, nei rispettivi territori, stanno selezionando luoghi rilevanti fra quelli interessati dall'itinerario della corsa, che racconteranno attraverso contenuti multimediali (video, interviste…). In occasione delle due tappe gli studenti arricchiranno il materiale con alcuni video attinenti il passaggio del Giro. Nei giorni immediatamente successivi le redazioni sistematizzeranno quanto raccolto, preparando una presentazione streaming aperta a tutti.

Il coinvolgimento degli studenti sarà invece una vera e propria prova sul campo per i ragazzi dell’Istituto professionale Crotto Caurga che prepareranno i packed lunch e organizzeranno due coffee break per i giornalisti della Sala stampa che seguiranno per l'intera giornata la tappa Verbania-Valle Spluga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia passa tra i banchi, il premio della Gazzetta dello Sport alle scuole

SondrioToday è in caricamento