rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Finale beffarda

Olimpiadi, sfuma sul più bello la terza medaglia per Arianna Fontana

Nella finale dei 1000 metri, la valtellinese finisce a terra dopo un contatto con l'americana Santos a 2 giri dalla fine e viene poi squalificata dal giudice di gara

Sfuma quando ormai sembrava davvero alla portata la terza medaglia per Arianna Fontana ai Giochi Olimpici invernali di Pechino: la campionessa di Polaggia, infatti, è finita a terra quando mancavano ormai meno di due giri al termine della finalissima dei 1000 metri.

La finalissima

Dopo aver dominato il proprio quarto di finale e aver superato anche la semifinale, dovendo lottare un pò di più, la Fontana nella finalissima si è messa subito alle spalle dell'olandese Schulting e ha difeso la sua seconda posizione fino a due giri dal termine: proprio in quel momento, la gara si è accesa con il tentativo di rimonta della coreana Choi, della belga Desmet e della statunitense Santos. Proprio quest'ultima è entrata in contatto con Arianna Fontana, appoggiandole una mano sulla schiena ed entrambe sono rotolate a terra, lasciando strada alla Schulting, medaglia d'oro, alla Choi, argento, e alla Desmet che ha conquistato la prima storica medaglia per il Belgio nello short-track.

Al danno si è aggiunta poi la beffa visto che il giudice di gara, rivedendo sul monitor la finale A, ha squalificato proprio la Fontana, ritenuta colpevole del contatto per un cambio di linea nella sua pattinata.

La campionessa di Polaggia potrà ora rimpinguare il suo bottino (10 medaglie totali, di cui due, un oro e un argento proprio a Pechino), mercoledì nei 1500 metri.

La staffetta maschile

Intanto, la staffetta maschile ha conquistato la qualificazione alla finalissima, sempre di mercoledì: nella batteria di questa mattina è stato schierato Yuri Confortola. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi, sfuma sul più bello la terza medaglia per Arianna Fontana

SondrioToday è in caricamento