rotate-mobile
Ospite d'eccezione / Livigno

Livigno, il sindaco di Milano Beppe Sala in visita istituzionale

Un importante momento di confronto e collegamento in vista delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026

Livigno e Milano non sono mai state così vicine: merito della visita che il sindaco della città meneghina Beppe Sala ha effettuato nelle scorse ore nella località dell'Alta Valle, confrontandosi con gli amministratori locali, con in prima fila il sindaco Remo Galli, e approfittando dell'occasione per una sciata sulle piste livignasche.

"Sala ha accettato il mio invito di venire a Livigno. - ha raccontato il sindaco Remo Galli - Abbiamo fatto vedere tutti i nostri progetti olimpici, abbiamo raccontato Livigno all'interno del progetto Milano-Cortina 2026, Per noi, ma per tutta la Valtellina e anche per Bormio, è fondamentale creare un rapporto diretto con Milano, direttrice di queste Olimpiadi, un legame forte Per questo sono molto contento e ringrazio il sindaco di Milano Sala che è venuto da noi".

Beppe Sala Livigno 2-2

"Questa mattina ci siamo anche divertiti a sciare - ha proseguito Galli - a fare vedere le piste e il punto di collegamento dei due versanti che è il nostro sogno per le Olimpiadi 2026 e quindi è stata davvero una bella opportunità. Ringrazio anche Lara Magoni che era presente a questa visita istituzionale e sicuramente proseguiranno altri incontri per creare un'asse molto solida di rapporti tra Milano e Livigno".

Beppe Sala Livigno 3-2

"Milano-Cortina, ma non solo. - questo invece il commento attraverso i suoi profili social di Beppe Sala - Le Olimpiadi invernali 2026 coinvolgeranno altre località, una scelta fatta per contenere gli investimenti, ma anche per valorizzare ciò che il nostro territorio già offre. Nella splendida Livigno, per esempio, si svolgeranno le gare di freestyle e snowboard. E, come ho potuto verificare oggi, i preparativi sono già in corso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livigno, il sindaco di Milano Beppe Sala in visita istituzionale

SondrioToday è in caricamento