rotate-mobile
I corridori non ci stanno / Livigno

La Valtellina e la maledizione del Giro d'Italia: oggi niente UmbrailPass?

La richiesta dei corridori viste le temperature rigide e il maltempo di oggi

Il Giro d'Italia e la Valtellina: la corsa rosa ha vissuto sulle strade e le salite della provincia di Sondrio pagine leggendarie della sua storia, l'ultima domenica con la vittoria di Pogacar al Mottolino.

Negli ultimi anni, però, le tappe valtellinesi sono state caratterizzate anche da modifiche di percorso, neutralizzazioni e polemiche: l'ultima potrebbe arrivare oggi, visto che la tappa che partirà tra poche decine di minuti da Livigno potrebbe, per l'appunto, essere modificata vista la richiesta dei corridori di non scalare l'UmbrailPass a causa del maltempo e delle temperature rigide. Proprio in questi minuti si sta decidendo se accogliere questa richiesta e, nel caso, il percorso alternativo.

Come detto, non è la prima volta che i corridori chiedono di fermare o neutralizzare una tappa in partenza o in "transito" in provincia di Sondrio. Era già accaduto a ottobre 2020 quando la tappa in partenza da Morbegno fu neutralizzata dopo 8 chilometri a causa della pioggia battente e sempre su richiesta dei corridori.

Questo senza dimenticare che, per quanto riguarda la tappa odierna, già gli organizzatori per motivi di sicurezza erano stati costretti nei giorni scorsi a eliminare la scalata del Passo dello Stelvio, che sarebbe stata la Cima Coppi di questo Giro d'Italia.

Relativamente alla tappa di domenica con l'arrivo al Mottolino, invece, la modifica del percorso era arrivata ancora prima dell'avvio del Giro d'Italia per la mancata autorizzazione delle autorità svizzere a percorrere il Passo della Forcola.

La decisione

Ennesima svolta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Valtellina e la maledizione del Giro d'Italia: oggi niente UmbrailPass?

SondrioToday è in caricamento