menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio di Davide Vaninetti/FRV: Lanzini impegnato sulla pista di Chiuro

Foto d'archivio di Davide Vaninetti/FRV: Lanzini impegnato sulla pista di Chiuro

Daniele Lanzini stacca il pass per i campionati italiani cadetti nei 100 ostacoli

Evento quasi storico per il movimento dell’atletica provinciale

Evento quasi storico per il movimento dell’atletica provinciale: Daniele Lanzini, atleta del Centro Olimpia Piateda, sulla pista di Bergamo domenica 6 settembre nella gara dei 100 ostacoli ha fermato il cronometro a 14”04, tempo che gli permetterà di partecipare ai campionati italiani di categoria in programma il 3/4 ottobre a Forlì.

«La gara dei 100 ostacoli è stata una delle prime in programma – racconta il C.T. Alberto Rampa – e Daniele è sceso in pista con la chiara intenzione di realizzare il minimo per partecipare alla rassegna tricolore ovvero correre sotto i 14”24».

«Al via i migliori ostacolisti lombardi – continua Rampa – Daniele è partito benissimo e con una eccellente fase centrale ha resistito nel finale al ritorno degli avversari, classificandosi 2° con il tempo di 14”04».

Il suo precedente personal best era il 14”32 fatto registrare sulla pista di Chiuro il 7 agosto, ora Lanzini si conferma ai primissimi posti della graduatoria regionale. Un risultato che merita di essere sottolineato in quanto innanzitutto arriva da una delle discipline cosiddette tecniche dell’atletica leggera, che nella nostra provincia solitamente sono meno praticate in quanto, da tradizione, in Valtellina e Valchiavenna impera la corsa, in particolare quella in montagna; in secondo luogo, è il frutto di tanto impegno, sacrificio, dedizione e lavoro sia tecnico sia fisico svolto in una stagione travagliata, oltre che ovviamente del talento innegabile dell’atleta, dell’impegno e della competenza dei suoi allenatori e del sostegno della famiglia. Un risultato che premia il C.O. Piateda, sodalizio che quest’anno festeggia i 30 anni di fondazione. In gara a Bergamo anche Sofia Paganoni (C.O. Piateda) che nel salto triplo, dopo un salto nullo di ambientamento, ha realizzato due salti validi superando i nove metri pur battendo lontano dalla pedana. Sofia ha vissuto così una prima esperienza molto positiva in una disciplina tecnica molto impegnativa.

Da citare anche la partecipazione di Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) nella gara dei 1000 metri. Anche lei era alla ricerca del minimo per gli italiani, ma purtroppo l’obiettivo è nuovamente sfumato pur avendo chiuso al 3° posto con il crono di 3’12”88. Prossimo impegno agonistico i campionati regionali su pista cadetti/e in programma a Casalmaggiore (CR) il 19/20 settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento