rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Battuta d'arresto

Il Sondrio Rugby inciampa a un passo dai playoff

I biancazzurri sono stati battuti 28-14 dal Cus Milano nell'andata della finale della fase interregionale. Nel ritorno, in programma domenica, servirà un'impresa

Prima sconfitta stagionale per la Rf Com Sondrio Rugby che nella gara d’andata della finale interregionale valida per l’accesso al playoff non riesce a ottenere il risultato sperato, tanto per colpa di un avversario di buon valore tanto per una prestazione decisamente sottotono: a imporsi, dunque, è il Cus Milano con il punteggio di 28-14. 

Il primo tempo

Nella prima frazione, le due squadre si affrontano a viso aperto, con i padroni di casa che nonostante un volume di gioco forse maggiore subiscono un maggiore cinismo dei valtellinesi abbinato ad una mischia chiusa tutto sommato dominante. Dopo una fase di studio, la prima meta dell’incontro arriva poco dopo il quarto d’ora di gara con Marco Schenatti che gioca veloce un calcio di punizione e schiaccia la palla in mezzo ai pali. La reazione dei meneghini non si fa però attendere ed al 21’ arriva la meta dei verdeblu, che al netto di un’ingenuità difensiva sondriese riescono ad andare in meta. I valtellinesi sono però ancora in gara e lo dimostrano con Luca Schenatti che al 25’ va in meta, sfruttando un contesto simile a quello della prima meta biancoazzurra. Nel finale di tempo però c’è ancora tempo per i padroni di casa per accorciare: al 35’, sfruttando un calcio di punizione, il Cus Milano porta infatti il parziale della prima frazione sul 10-14.

Sotto tono

La crisi della Rf Com arriva però nella seconda parte di gara, con i padroni di casa che riescono a mantenere costante il proprio livello di gioco e gli ospiti che cominciano ad accusare probabilmente la tensione commettendo numerose ingenuità e imprecisioni. Malgrado non si possa parlare di dominio meneghino nella seconda frazione è solamente il Cus a far registrare note sul tabellino di gara. La meta del sorpasso arriva infatti al 53’ con i padroni di casa che sfruttano la superiorità numerica all’ala, determinata dal fatto che Sondrio ha sostanzialmente giocato per 20 minuti con un uomo in meno per colpa di un cartellino giallo al 35’ e di uno al 44’.

L’allungo arriva poi al 69’ con la terza meta di giornata da parte della squadra del capoluogo lombardo, preceduta da un calcio di punizione al 59’. Sul finale di gara sono numerose le occasioni per i valtellinesi per accorciare che vengono però vanificate dalla difesa dei verdeblu e da numerosi errori individuali dei sondriesi. Al 77’ arriva infine l’ultimo calcio di punizione dei milanesi che chiude la gara sul 28-14.

Nonostante la sconfitta le opportunità della Rf Com di passare il turno sono tutt’altro che azzerate. Nella gara di ritorno, che si disputerà domenica 22 Maggio tra le mura amiche del Cerri-Mari, i valtellinesi hanno la possibilità di rimontare il risultato. Sarà però necessario mettere in campo una prestazione magistrale, disciplinata e lucida, andando a limitare le imperfezioni che hanno complicato oltremodo la gara d’andata.

Il tabellino

Formazione: Bombardieri (Mogni), Franzè (Bonini), Lawlor, Sole, Mazza, Luca Schenatti, Marco Schenatti, Moretti, Volonté, Ambrosini (De Simone), Ciapponi, Rossi (Da Ronch), Piccolo (Nanotti), Moroni, Fistolera. A disposizione: Andrea Colombini, Negrini.

Allenatori: Fleming e Piani

Marcatori: 16’ meta Marco Schenatti tr. Lawlor, 21’ meta Cus tr., 25’ meta Luca Schenatti tr. Lawlor, 35 CP Cus; 52’ meta Cus tr, 59’ CP Cus, 69’ meta Cus, 77’ CP Cus.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sondrio Rugby inciampa a un passo dai playoff

SondrioToday è in caricamento