rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Giornata storica

Nuova Sondrio in serie D: la soddisfazione del sindaco Scaramellini

Il primo cittadino del capoluogo: "Complimenti alla società e alla squadra per l'importante risultato raggiunto"

"La città, il movimento calcistico e l'intera provincia hanno riconquistato il posto che meritano": questo il commento del sindaco Marco Scaramellini che ieri ha assistito allo scontro diretto tra Nuova Sondrio e Mapello sugli spalti della Castellina, mai così gremiti e festanti e che si è conclusa con la promozione in serie D dei biancazzurri grazie al successo per 3-0 sui bergamaschi.

«Il merito della promozione in serie D va innanzitutto al presidente Michele Rigamonti - prosegue -, ai suoi collaboratori, ai tecnici, ai giocatori e ai sostenitori. Aggiungerei anche tutte le persone che ci hanno creduto, che hanno accompagnato la nascita della Nuova Sondrio in un momento delicato, quando in pochi avrebbero scommesso su questo risultato straordinario. Perché oggi festeggiamo la serie D ma l'anno scorso avevamo gioito per l'Eccellenza: non va dimenticato lo sforzo compiuto dalla società di cui oggi tutti ci rallegriamo. Non è stato facile, perché nulla lo è, e la larga vittoria di ieri, degna conclusione di una stagione esaltante, non deve far dimenticare che la nostra squadra ha dovuto confrontarsi con avversari temibili, con società da anni abituate a questi livelli, alle quali è giusto rendere omaggio, a cominciare dal Mapello". 

È il commento del sindaco Scaramellini che da ex giocatore e appassionato di calcio ben conosce le dinamiche sportive: "Il presidente Rigamonti aveva fatto una promessa e l'ha mantenuta, addirittura con un anno di anticipo - prosegue - e tutti dobbiamo essergliene grati. Mi ha fatto particolarmente piacere vedere una tribuna piena con tante persone che sono venute a tifare Sondrio dal resto della valle, da Chiavenna e da Livigno, segno evidente dell'importanza che rivestivano la partita e la promozione. Non sta a me sottolineare come il primo posto assoluto nel girone e il passaggio diretto in serie D, attestino il valore della squadra e il lavoro di programmazione svolto dalla società, anche superando alcuni ostacoli, perché la stagione è lunga e sono tanti gli aspetti che concorrono a determinare la vittoria piuttosto che la sconfitta".

"Ora con il passaggio in serie D - conclude il sindaco Scaramellini - dovranno aumentare l'impegno e il sostegno: si dovrà cominciare a lavorare molto presto in vista della prossima stagione, ma per ora ci godiamo questa affermazione che ha unito la città e la provincia, con il capoluogo che finalmente torna nella quarta serie italiana. È dove meritiamo di stare e vogliamo rimanerci. Grazie ancora a tutti con l'auspicio che il futuro riservi altre giornate come quella di ieri alla nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Sondrio in serie D: la soddisfazione del sindaco Scaramellini

SondrioToday è in caricamento