Un acquisto per reparto

Nuova Sondrio, i primi tre acquisti fanno già sognare

Con già esperienze tra i professionisti, tra settore giovanile e prima squadra, alzeranno il livello della rosa biancazzurra

Dopo le conferme dei giocatori che hanno costituito la colonna portante della Nuova Sondrio nella scorsa stagione, dalla difesa, fino all'attacco ecco anche i primi nuovi innesti nella rosa a disposizione di mister Fabio Fraschetti e che comincerà a lavorare alla Castellina mercoledì 26 luglio.

In difesa la società del presidente Michele Rigamonti si è assicurata le prestazioni dell'italo-brasiliano Eduardo Boschetti, classe 1996, difensore centrale adattabile anche a terzino. "Eduardo è un ragazzo brasiliano con passaporto italiano. Lo seguo da un pò di tempo. Mister Cavasin mi parlò di lui in termini entusiastici e da quel momento è entrato nei miei radar - spiega il direttore sportivo Christian Salvadori -. Difensore tosto fisicamente, concreto e implacabile in marcatura. Molto abile nell'uno contro uno. Questi due anni in Italia lo hanno completato tatticamente. Viene dal Soriano, Eccellenza calabrese. Anche lui, rientra nei canoni che io reputo fondamentali per far parte di un gruppo vincente: serietà, ambizione, attitudine e professionalità. Saprà ritagliarsi un posto importante perché Eduardo, come tutti noi, ambisce a categorie più prestigiose".

Passando poi al centrocampo, ecco Modou Lamine Badjie, centrocampista gambiano del ‘97. Mezzala dotata di un’ottima qualità tecnica, unita ad una buona prestanza fisica, è un giocatore intelligente e duttile tatticamente, con un ottimo piede mancino. "Lo seguo dai tempi in cui fu acquistato dall'Atalanta E lo “inseguo” da anni - ha sottolineato sempre Salvadori -. Spesso, in passato avevo tentato il colpaccio, senza mai riuscire a concretizzare. Tra le sue esperienze nei professionisti, può vantare piazze come Modena, Catanzaro, Rimini, e tra i dilettanti, il Mazara in Eccellenza siciliana. È un ragazzo professionale e professionista nell'approccio al calcio. A parer mio, il suo vero potenziale ancora non è stato espresso del tutto. Sono sicuro che Sondrio sarà la piazza e l'ambiente ideale per la sua definitiva consacrazione".

Infine, nel reparto avanzato e a conferma di quanto siano importanti gli esterni per il gioco di mister Fraschetti, ecco proprio l'esterno offensivo Samuele Mento, cresciuto nel Monza e reduce dall'esperienza al Brusaporto:  "Mento è un 2003 dotato di spunti interessanti, dovuti a una padronanza tecnica di buonissimo livello. Dinamico e veloce, può agire indifferentemente sugli esterni a destra o a sinistra e anche da sottopunta - così lo descrive il direttore sportivo del Sondrio -. Giocatore che ha gamba, i suoi strappi possono determinare in qualsiasi momento. Samuele è un ragazzo ambizioso che ha deciso di sposare il nostro progetto, altrettanto ambizioso. Sono convinto che troverà la sua vera dimensione in questa stagione. Confido molto nelle sue qualità e sulla funzionalità che avrà in questo gruppo importante".

Obiettivi centrati

"Sono giocatori che seguo da anni - ci tiene a precisare, in conclusione, Christian Salvadori - e alcuni li avrei già voluti nelle mie squadre. Si tratta di calciatori dall’indubbio valore tecnico e dal grande spessore umano e professionale. Contribuiranno ad alzare il livello e ci permetteranno di perseguire i nostri obiettivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Sondrio, i primi tre acquisti fanno già sognare
SondrioToday è in caricamento