rotate-mobile
Passione infinita

Attilio Speziale, una vita al servizio dell'atletica

Il decano dei giudici valtellinesi è stato premiato dal gruppo giudici di gara della Fidal per i 55 anni ininterrotti in cui ha ricoperto il suo ruolo con competenza e passione

Il Gruppo giudici di gara della Fidal Lombardia ha premiato i giudici che hanno maturato almeno 50 anni di tesseramento. La premiazione si è svolta in occasione della riunione del Consiglio regionale Lombardia del medesimo gruppo ieri, domenica 12 dicembre, nella sala riunioni del Coni a Sondrio, alla presenza del fiduciario regionale Lombardia Vincenzo Mauro Gerola, del presidente Fidal Lombardia Gianni Mauri e del suo vice Luca Barzaghi, del presidente FIDAL Sondrio Giovanni Del Crappo e del Fiduciario del gruppo giudici di gara di Sondrio Sabrina Della Fontana. 

Tra i 9 giudici premiati, spicca il nome di Attilio Speziale, decano dei giudici valtellinesi, che riveste questo ruolo ininterrottamente dal lontano 1966 e quest’anno ha ricevuto anche il premio “Una vita per lo sport” dal Comune di Morbegno e la Benemerenza di primo grado del Coni.

IMG-20211212-WA0000-2

“Ti ringraziamo per la lunga militanza e la grande disponibilità e impegno sempre dimostrati nello svolgimento del ruolo di giudice di gara al servizio dell’atletica” le parole incise sulla bella targa ricevuta da Speziale, che all’età di 83 anni è ancora presente e attivo sui campi gara.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attilio Speziale, una vita al servizio dell'atletica

SondrioToday è in caricamento