rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
110HS SUPER NONOSTANTE LA PIOGGIA / Chiuro

La pioggia non ferma la Serata dell'atletica, grande spettacolo a Chiuro

La 16esima Serata dell'atletica, organizzata dal Centro Olimpia Piateda, ha regalato mercoledì 24 maggio grandi emozioni, soprattutto nella gara dei 110 ostacoli categoria juniores

Nonostante la pioggia che ha accompagnato tutte le gare, la 16esima Serata dell’Atletica organizzata dal Centro Olimpia Piateda Pneumatici Valtellina OilService sulla bella pista di Chiuro ha regalato mercoledì 24 maggio grandi emozioni, soprattutto nella gara dei 110 ostacoli categoria juniores (barriere da 100 cm) che si preannunciava, già alla vigilia, il fiore all’occhiello della serata.

Lanzini in gara

Al via, insieme al campione di casa Daniele Lanzini, altri tre ostacolisti di livello nazionale: i due liguri, provenienti dalla provincia di Imperia, Oliver Mulas e Simone Enotarpi, tesserati per l’ASD Maurina Olio Carli, e il numero due delle graduatorie nazionali Vittorio Ghedina (Atletica Meneghina). E’ stato uno spalla a spalla fino ai metri finali che ha visto prevalere Ghedina con il crono di 14”17 (vento 0.5) a soli 2 centesimi dal minimo per gli Europei U20 e nuovo personal best migliorato di 12 centesimi. La prestazione è anche la migliore della serata, equivalente a 930 punti tabellari FIDAL, e viene premiata con la coppa in ricordo di Sergio Muraro, compianto tecnico del CO Piateda. Oliver Mulas, a marzo azzurro all’incontro internazionale U20 indoor a Lievin, alla sua prima uscita dell’anno nei 110hs, mette a referto il tempo di 14”33 (14”02 il suo personale registrato lo scorso anno). Lo junior Lanzini, sotto lo sguardo vigile del suo allenatore Alberto Rampa, si porta a casa un bel 14”46 e il titolo provinciale individuale, migliorandosi di altri 14 centesimi in vista del 1° Milano Sprint Gala di sabato prossimo in cui avrà sicuramente la rivincita.

Negli ostacoli si laureano campioni provinciali anche Matilde Venturini (Pol. Albosaggia) nelle allieve, il compagno di squadra Andrea Scenini nei cadetti e Alessia Luzzi (GP Talamona) nelle cadette (ma gara vinta da Elena Invernizzi\Atletica Lecco). Nei 110 ostacoli allievi (barriere da 91 cm), Marco Castagna (CUS Pro Patria Milano) vince facile in 15”74 (vento -0.6) precedendo Giovanni Negrini (Atletica Lecco\16”70). Si è poi passati agli sprint: nei 60 metri ragazze Amaranta Galli (CO Piateda) sfreccia in 8”88, seguita da Anna Battaglia (GS Chiuro\9”05) e Martina Picceni (AS Lanzada\9”30); nei pari età maschili in tre sotto i 9 secondi, Alessandro Barlascini (GS CSI Morbegno\8”84), Thomas Delle Coste (GS Chiuro\8”96) e Iyed Bezzi (Pol. Albosaggia\8”97). Nelle 80 cadette vince, nonostante il doppio impegno, Alessia Luzzi (GP Talamona) con il crono di 11”04 (vento +0.6), con lei sul podio Sara Decensi (Pol. Albosaggia\11”38) e la compagna di squadra Ilaria Bulanti (11”39). Negli 80 piani cadetti un gradino sopra tutti Samuele Petrolo (Atl. Lecco) che ritocca il personale e lo porta a 9”62 (vento +0.5), unico sub 10 secondi, staccati Edoardo Corradini (Pol. Albosaggia\10”51) e Gioele Bellosi (GP Valchiavenna\10”89).

Sofia Paganoni (3)

Salto in alto decisamente condizionato dalla pedana bagnata: la campionessa regionale indoor Sofia Paganoni (CO Piateda), già settima ai tricolori indoor con 1,62 metri, cerca la conferma della misura anche outdoor, ma il percorso netto fino a 1,50 metri viene interrotto da tre nulli a 1,54.

Per le categorie assolute e master maschili in programma il salto in lungo: Nicolò Della Nave (GS Chiuro) supera i 6 metri e atterra a 6,26. Podio completato da Marco Mattei (Pol. Albosaggia\5,34 m) e Stefano Abate (GS CSI Morbegno\5,27 m).

Negli 800 metri donne, gara che assegnava i titoli provinciali individuali per categoria, a fare l’andatura sono le due allieve Elisa Tarca (GP Santi) e Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina). A metà del secondo giro Tarca allunga e vince in 2’22”26, migliorandosi di 4 secondi, Bertolina mette a referto 2’28”18 e il podio è completata da un’altra allieva, Clotilde Alberti dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni (2’40”71). Tre serie di 800 uomini: il miglior tempo arriva dalla prima con Gabriele Biavaschi (GP Valchiavenna) che senza concorrenza vince in 2’00”92. Gli altri atleti da podio arrivano dalla seconda serie con i compagni di squadra dell’Atletica Alta Valtellina che duellano fino alla finish line dove li separano solo 22 centesimi: 2’05”78 per Samuel Zanaboni e 2’06”00 per Matteo Pedranzini.

I cadetti e le cadette sono stati impegnati anche nel getto del peso e nel salto in lungo. Vittorie per Giorgia Branchi (GS Chiuro) nel lungo con un balzo da 3,83 metri e per Gioele Bellosi (GP Valchiavenna) con la misura di 4,47 metri, per Chiara Tagliabue (GS Valgerola) nel getto del peso con una spallata da 7,01 metri e per Lorenzo Battaglia (GS Chiuro) a 8,04 metri. Incuranti della pioggia battente, i ragazzi hanno concluso la serata con la prova del salto in lungo: i migliori sono stati Samuel Cirolo (4,16 metri) tifatissimo dai compagni di squadra dell’AS Lanzada sugli spalti e Anna Battaglia (GS Chiuro) con la misura di 3,93 metri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pioggia non ferma la Serata dell'atletica, grande spettacolo a Chiuro

SondrioToday è in caricamento