Domenica, 17 Ottobre 2021
Altro Chiavenna

Kilometro verticale Chiavenna-Lagunc: Aymonod pigliatutto. Nel femminile show dell’austriaca Andrea Mayr

Nella 22 a edizione della competizione di sola salita dai 352 metri della località Loreto a Chiavenna ai 1352 metri della località Lagunc, il valdostano trionfa in 31:41

Henri Aymonod pigliatutto al Chilometro Verticale Chiavenna-Lagunc. Nella 22 a edizione della competizione di sola salita dai 352 metri della località Loreto a Chiavenna ai 1352 metri della località Lagunc, il valdostano trionfa in 31:41 precedendo, come già nel tricolore Assoluto del Chilometro Verticale a Malonno (Brescia), Tiziano Moia (Gemonatletica, 32:19): per “Aymo” è il terzo trionfo consecutivo nella scalata di Lagunc, valida quest’anno come finale di Coppa del Mondo. Non solo: i punti conquistati nella prova lombarda consentono ad Aymonod di vincere il trofeo generale di Coppa del Mondo, prendendosi anche la graduatoria della specialità Vertical, quella a lui più congeniale. Il campione italiano Assoluto riporta in Italia il trofeo (l’ultimo successo, nel 2017, portava la firma di Alex Baldaccini) superando l’ungherese Sandor Szabo, oggi 14° in 36:29; terza piazza di Coppa per il keniano Geoffrey Gikuni Ndungu, oggi 12°, che conquista la Coppa di Specialità Classic (la Coppa di specialità Long Distance va allo spagnolo Raul Criado Sanchez). Nella sfida contro il tempo di Chiavenna dopo Aymonod e Moia termina Nadire Maguet in 32:41; brillante quarto posto per Alberto Vender (SA Valchiese) in 33:00, stesso tempo di Matteo Eydallin (Atl. Susa Adriano Aschieris) quinto mentre per il bronzo tricolore Andrea Rostan (Atl. Saluzzo) c’è il sesto tempo (33:08), giusto davanti a un asso della montagna come l’eritreo Petro Mamu (33:23). Aymonod difende i colori dell’Unione Sportiva Malonno: nella propria domenica magica c’è pure il trionfo nel Campionato Regionale Assoluto, titolo assegnato proprio in località Lagunc. Gli Amici della Madonna della Neve Lagunc, organizzatori della gara, esultano grazie all’argento di Andrea Acquistapace, nono assoluto, con 33:36: il bronzo nei Regionali va a Lorenzo Rota Martir (US Malonno), che in 37:03 si prende pure il titolo regionale Promesse; quarto Erik Panatti (Amici della Madonna della Neve Lagunc) in 37:15, quinto lo junior Rocco Baldini (Pol. Albosaggia) con 37:50.  

“Sensazioni bellissime, ho cercato di spingere forte su questi scalini, di rimanere concentrato per non sprecare passi ed energie – il commento di Aymonod a fine gara – Penso di essere cresciuto tanto quest’anno, di aver fatto delle bellissime esperienze e gare in percorsi incredibili, più lunghe, più corte, di ogni tipo. Insomma una bellissima World Cup alla quale spero di partecipare anche il prossimo anno per scoprire nuovi posti e fare nuove avventure”.

Grande spettacolo nella gara femminile

Grande spettacolo nella gara femminile con lo show dell’austriaca Andrea Mayr, che vince in 35:42, a due soli secondi dal proprio record del mondo di Chilometro Verticale realizzato sempre a Lagunc tre anni fa. Applausi anche per la tricolore Assoluta delle distanze classiche Francesca Ghelfi (Podistica Valle Varaita) che, con la seconda piazza (39:17), si prende il lusso di precedere di 40 secondi (39:57) la vincitrice 2020, l’irlandese Sarah McCormack.

Esultano anche molte ragazze lombarde: Giulia Murada (Pol. Albosaggia) con 40:28 è eccellente quarta e si prende il titolo regionale Assoluto; l’argento va a un’ottima Vivien Bonzi (GE Falchi Olginatesi), pure quinta nella generale e soprattutto campionessa regionale Promesse in 40:44. Il bronzo regionale Assoluto va a Corinna Ghirardi (US Malonno), autrice dell’11° tempo in 42:03 e pure campionessa regionale Master A subito davanti a Ilaria Bianchi (La Recastello Radici Group), 12 a nella generale, quarta nel Campionato Regionale Assoluto e argento tra le Master A in 42:29. Quinta nel Campionato Regionale Assoluto e 15 a nella classifica generale (42:50) è l’azzurra Alice Gaggi (La Recastello Radici Group): punti cruciali per lei perché le permettono di conquistare il terzo posto nella classifica finale della Coppa del Mondo generale. Alla keniana Joyce Muthoni Njeru basta il 7° posto odierno in 41:22 per conquistare non solo il trofeo di specialità Vertical ma pure la “coppona”; sul podio finale, tra lei e Gaggi, la britannica Charlotte Morgan.

Gli altri campioni regionali

 Uomini. Master A: Fabrizio Triulzi (GP Valchiavenna) 38:31. Master B: Dario Martocchi (Amici della Madonna della Neve Lagunc) 39:44. Master C: Roberto Franchetti (Pol. Albosaggia) 48:09.  Donne. Master B: Nives Carobbio (Atl. Paratico) 47:04. Master C: Laila Alquati (Atl. Paratico) 1h05:07.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kilometro verticale Chiavenna-Lagunc: Aymonod pigliatutto. Nel femminile show dell’austriaca Andrea Mayr

SondrioToday è in caricamento