Da Sondrio le mascherine ecologiche di carta. Un progetto che fa bene a tutti

Bonazzi Grafica ha creato un prodotto di protezione personale con un'innovativa carta filtrante. Donerà il ricavato all'Onlus 'Insieme X Vincere'

Dopo aver avvertito la diffusa difficoltà di reperimento e approvvigionamento di mascherine idonee ad affrontare l’emergenza Covid-19, Bonazzi Grafica ha deciso di mettersi in gioco e di affiancare alla propria attività la produzione di mascherine sostenibili, per beneficenza. Il primo step è stato quello di utilizzare la carta più idonea ed è nata subito una partnership con Fedrigoni, gruppo italiano tra i primi al mondo.

Il risultato è stato una mascherina con una nuova tipologia di carta filtrante, formata da cotone e pura cellulosa FSC: una carta che risulta atossica, riciclabile, adattabile al volto e confortevole al tatto, ma soprattutto con una composizione chimica studiata in modo tale da rendere l’ambiente sfavorevole al Covid-19.Un materiale perfettamente idoneo quindi alla realizzazione di mascherine, ma anche estremamente sostenibile e a basso impatto: è infatti riciclabile come comune carta, cosa che la rende ancora più ecologicamente funzionale, soprattutto nella gestione degli scarti in fase di realizzazione.

Si tratta di mascherine usa e getta, ideali soprattutto in quei contesti in cui c'è tanta gente e la necessità di proteggersi è maggiore. Per ogni confezione di mascherine vendute, il prezzo è molto basso (pari a 0,25 euro al pubblico), Bonazzi Grafica devolve parte del ricavato a una realtà del territorio di Sondrio - Insieme X Vincere - una Onlus che si occupa di dare sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie, impegnata in prima linea in questa emergenza sanitaria, lavorando in stretto contatto con l’Ospedale Morelli di Sondalo.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Dopo 8 mesi riapre il Teatro Sociale di Sondrio

  • Sostegno alle imprese di Sondrio, dal Comune 570mila euro per ripartire dopo l'emergenza covid

  • Posta, sportelli a regime entro poche settimane dopo l'emergenza covid-19

Torna su
SondrioToday è in caricamento