menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Maurizio Piasini

Foto di Maurizio Piasini

Arriva la Superluna, la più grande dell'anno

La “Superluna” è sia la Luna Piena che la Luna Nuova, in prossimità del perigeo lunare

La notte tra il 7 e l'8 aprile  anche nel cielo di Valtellina e Valchiavenna sarà possibile apprezzare la Superluna, uno spettacolo della natura da ammirare anche dalle nostre case. Sarà la più grande del 2020.

La luna raggiungerà quel giorno la fase di Luna Piena in prossimità del proprio perigeo (ovvero la minima distanza dalla Terra, che toccherà alle 20:10 del 7 aprile, a 356908 km da noi, contro una distanza media di poco più di 384.000 km), dunque sarà un po’ più vicina, più luminosa e un po’ più grande del solito. Questa “sovrapposizione” tra Luna piena e passaggio al perigeo viene ormai popolarmente indicata come “Superluna”.

Il termine, in sé, non ha alcuna valenza scientifica: in astronomia si preferisce parlare di Luna Piena al Perigeo, ma senza dubbio l’appellativo di “Superluna” ha un fascino tutto suo. Stavolta, però, essa sarà ancora più “super”: mai, per tutto il 2020, avremo una Luna piena più vicina, più grande e più luminosa di così.

Quando la luna diventa superluna?

Viene considerata “Superluna” sia la Luna Piena che la Luna Nuova, a patto che essa si verifichi in prossimità del perigeo lunare, ossia con il nostro satellite alla minima distanza dalla Terra. La Luna, infatti, descrive attorno al nostro pianeta un’orbita marcatamente ellittica, perciò la sua distanza da noi non è costante, ma varia tra un valore minimo (perigeo) e un valore massimo (apogeo).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento