Coronavirus e scuola, Molinari: «Ragazzi, non siete in vacanza, siete in emergenza»

L'appello del dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale, Fabio Molinari, indirizzato a tutti gli studenti della Provincia di Sondrio

Fabio Molinari

«Ieri sera il Presidente del Consiglio si è assunto una responsabilità importante: questo è un fatto. Quello che mi interessa maggiormente è il messaggio chiaro, limpido e inequivocabile che è emerso e che da giorni stiamo tentando di comunicare: “state a casa”. Siamo troppo abituati a sdrammatizzare ingenuamente le circostanze serie. "Cosa vuoi che succeda se stasera usciamo a fare un giro con gli amici? Che problemi ci sono ad andare a sciare in una giornata di sole? Non sarò sicuramente io a portare in giro il virus se mi vedo con i miei amici... ". In circostanze normali, queste sarebbero situazioni normali ma oggi non siamo affatto in una circostanza normale». Si apre così l'appello del Dirigente Ust, Fabio Molinari, indirizzato a tutti gli studenti della Provincia di Sondrio.

«Non si è deciso di sospendere le lezioni per concedere vacanze in più ai ragazzi - prosegue Molinari - bensì per preservare la loro salute e quella dei loro famigliari. Lo ribadisco: ragazzi, non siete in vacanza, siete in emergenza. E l'emergenza è una cosa seria. Non dovete spaventarvi, ma dovete essere coscienti che, per stare tutti tranquilli, basta solamente evitare di uscire di casa se non per motivi eccezionali» prosegue Molinari.

«Cercate di cogliere la bellezza di questo tempo che sembrerà certamente più lungo, più noioso, più ripetitivo. Ma sarà tempo prezioso per consentirci di avere davanti a noi di nuovo tanto tempo libero. Se volete bene a voi stessi, ai vostri amici, alla vostra famiglia, rispettate quelle poche e semplici regole che in tutti i modi ed in tutte le salse si stanno comunicando. Ringraziate il cielo che, per tutelarvi, avete la sicurezza di una casa e di una famiglia e non siete costretti a scappare costantemente dalla guerra, dalle bombe, dagli spari. Siate responsabili, vi chiedo solo questo» sottolinea il dirigente scolastico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dimostrate con i fatti la vostra maturità - conclude il dirigente Ust - sarà sicuramente il diploma più bello che potrete meritare e la pagella più meritata che potrete esibire. Mi raccomando, io ho grande fiducia in voi! So che non mi deluderete! E vedrete che, pian piano, le cose torneranno a posto. Con l'impegno di tutti» conclude Molinari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento