rotate-mobile
Le minoranze non mollano

Svincolo della Sassella: "Si continui a cercare un'alternativa"

Dopo gli ultimi sviluppi della questione, con il parere negativo di Anas alla proposta dell'architetto Stefanelli, le minoranze non si arrendono e ripropongono la questione in un'interrogazione che verrà discussa venerdì in consiglio comunale

Svincolo della Sassella: le minoranze non si arrendono, anzi rilanciano e presentano, compatte, un'interrogazione in vista della seduta del consiglio comunale in programma venerdì a palazzo Pretorio in cui chiedono alla giunta del sindaco Scaramellini se proprio il primo cittadino abbia notizia degli incontri richiesti ad ANAS aperti alle associazioni di categoria e ai portatori di interesse e quali siano i prossimi passi di cui l’amministrazione è attualmente a conoscenza; nonché quale sia ad oggi la posizione dell’amministrazione stessa in merito allo svincolo della Sassella, in particolare se si ritenga di accettare, senza ulteriori osservazioni, la proposta di ANAS o se si intenda continuare a lavorare ad un’alternativa meno impattante e più rispettosa del territorio interessato.

Le tappe della vicenda

Il progetto presentato da Anas ha subito scatenato forti critiche per il suo impatto ambientale in una zona di pregio come quella del Santuario della Sassella, tanto che sono state studiate dall'architetto Piercarlo Stefanelli, delle proposte alternative per realizzare comunque l'intervento, ma in maniera molto meno impattante a livello paesaggistico. Delle proposte avanzate dalla minoranza si è discusso anche in un'apposita commissione consiliare, nello scorso mese d'aprile, i cui componenti hanno convenuto di far redigere al sindaco Scaramellini una nota per invitare l'ente a valutare ipotesi migliorative a quella presentata, rinnovando le raccomandazioni finalizzate a ridurre il consumo di suolo e a prevedere adeguate opere di mitigazione ambientale nel rispetto del paesaggio interessato.

Anche questo passaggio, però, non ha sortito alcun effetto, visto il parere negativo proprio di Anas che ha anzi ribadito la bontà del suo progetto originario. Nonostante ciò, sempre l'architetto Piercarlo Stefanelli, in pratica poche ore prime della sua scomparsa, aveva nuovamente rilanciato, proponendo, come ulteriore idea alternativa, quella di una "rotonda sospesa".

Ora arriva questa nuova interrogazione con i gruppi di minoranza consiliare che stimolano la giunta Scaramellini a proseguire nel "contraddittorio" con Anas per provare a trovare una soluzione alternativa a quella pensata originariamente.     

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svincolo della Sassella: "Si continui a cercare un'alternativa"

SondrioToday è in caricamento