rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Occhio vigile

Variante Omicron? A Sondrio controlli e sanzioni adeguati

Il sindaco del capoluogo Marco Scaramellini ha risposto all'interrogazione presentata dal Pd nel corso dell'odierno consiglio comunale

Visto il sempre alto numero di contagi, dovuti soprattutto alla variante Omicron, il gruppo consiliare Pd di Sondrio ha presentato un'interrogazione discussa nel corso della seduta odierna del consiglio comunale chiedendo chiarimenti circa le azioni messe in campo per contrastare la pandemia.

I numeri

Tra dicembre e gennaio sono stati controllati 67 esercizi economici (bar, ristoranti, gelaterie) nel capoluogo e 568 persone, di cui 133 operatori degli esercizi stessi e 435 clienti: ne sono risultate 11 sanzioni per il mancato rispetto delle normative anti-covid in vigore.

Inoltre, nell'ambito del piano di controllo provinciale del trasporto pubblico locale, ("Uno dei settori più vulnerabili per ciò che concerne la diffusione del virus" - ha evidenziato il sindaco Marco Scaramellini) nel territorio comunale di Sondrio, soprattutto all'autostazione, dallo scorso 17 gennaio la Polizia Locale ha effettuato controlli per un totale di 54 ore, verificando il rispetto delle norme anti-covid di 432 persone, tra utenti e conducenti, ed emettendo tre sanzioni.

"Già a dicembre - ha evidenziato il primo cittadino del capoluogo - sia io sia il comandante della Polizia Locale Mauro Bradanini abbiamo partecipato a riunioni del Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico con la Prefettura per un piano di controlli coordinato di controlli anti-covid. Ne è scaturita la costiuzione di un tavolo tecnico in Questura per le strategie operative che, a sua volta, ha prodotto un protocollo d'intesa per le necessarie verifiche da parte delle Forze dell'Ordine, ma anche della Polizia Locale che, nonostante le risorse limitate ha messo in campo un impegno supplementare ricercando sempre il necessario equilibrio tra istanze preventive e repressive, senza mai dimenticare gli aspetti legati alla coesione sociale, messi veramente a dura prova dalla pandemia".

Il compito dei cittadini

Secondo i dati resi noti dal sindaco Marco Scaramellini, attualmente a Sondrio ci sono 612 positivi al covid-19, mentre 680 persone sono risultati contatti di questi soggetti. A metà gennaio i positivi erano più di mille. "I dati sono fluttuanti, assistiamo a un leggero calo, ma i numeri sono ancora alti. L'invito rimane dunque quello di essere prudenti, di indossare le mascherine e rispettare le regole, sperando che la pandemia ci lasci presto".

Scenario rassicurante

I dati e i chiarimenti del sindaco sembrano aver rassicurato Roberta Songini, consigliere del Pd, tra i firmatari dell'interrogazione presentata oggi a Palazzo Pretorio: "Rassicura - ha sottolineato Songini - che la maggior parte dei cittadini rispetto le regole. Purtroppo la variante continua a diffondersi a macchia d'olio, anche se naturalmente non è certo una colpa risultare positivi al covid. Mi chiedo, comunque, se si possa fare qualcosa nelle scuole elementari, come ad esempio, l'installazione di apparecchiature per il ricambio dell'aria, visto che i bambini sono i soggetti più a rischio".

Infine, riferendosi, invece, ai bar e ristoranti: "A volte quando vado in un locale non mi viene richiesto il Green Pass e quando lo fanno, invece - ha concluso Songini - alcuni esercenti sono restii e quasi si scusano, per paura di scontentare o addirittura perdere i clienti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante Omicron? A Sondrio controlli e sanzioni adeguati

SondrioToday è in caricamento