rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
E' ora di agire

Sondrio: "Come verrà organizzato il centro estivo comunale?"

A chiederlo, in un'interrogazione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, i rappresentanti di Sondrio Democratica

"Quando saranno deliberati gli indirizzi relativi alle future edizioni dei centri estivi e quando, ipoteticamente, le famiglie avranno un quadro chiaro dell’offerta comunale? Le famiglie sondriesi per l’estate 2024 e, ci si auspica, per le successive, potranno contare su un centro estivo comunale che preveda: attività estive per tutte le fasce d’età dai 3 ai 14 anni, più posti a disposizione, più settimane rispetto alle 5/6 del 2023?". A chiederselo, in un'interrogazione che verrà discussa in occasione della prossima seduta del consiglio comunale, i consiglieri Alessandro Spolini, Donatella Di Zinno e Francesco Bettinelli (Sondrio Democratica).

"Nel periodo estivo il Comune di Sondrio organizza attività estive per minorenni con il supporto di affidabili e competenti operatori esterni - ricordano i tre consiglieri -. Nel 2023, essendo scaduto l’appalto con la Coop. Soc. Forme e ritenendo opportuno demandare alla nuova amministrazione l’adozione dei nuovi indirizzi relativi alle future edizioni, si è provveduto all’affidamento diretto per l’edizione delle attività estive 2023". 

Un cambiamento che, però, sempre secondo i consiglieri di Sondrio Democratica, ha portato con sé diverse criticità: "Nell’ultima edizione i posti a disposizione nel centro estivo comunale erano di gran lunga inferiori a quelli della possibile platea di interessati e il periodo del centro estivo comunale è stato decisamente troppo breve: 5/6 settimane su quasi 14 di vacanze estive - evidenziano i rappresentanti di Sondrio Democratica -. Le attività estive erano previste per due gruppi: 3-5 anni e 6-11 anni, escludendo la fascia 11-14 salvo per i minori disabili. La preziosa presenza degli oratori, i cui Grest sono stati presi d’assalto da centinaia di iscritti, hanno aiutato a tamponare la richiesta ed è evidente che senza non ci sarebbe un’adeguata offerta accessibile a tutti durante l’estate. I Grest accolgono bambini solo dai 6 anni, rimangono quindi totalmente esclusi i bambini della scuola dell’infanzia, per loro l’offerta è decisamente insufficiente. Le alternative private non mancano. Ma va sottolineato che non tutti hanno la possibilità di sostenerne i costi. Andare oltre le tre settimane di attività estiva privata, infatti, può diventare impegnativo anche per famiglie con ISEE non troppo basso. Validi ed accessibili servizi per la famiglia rappresentano sempre più spesso un fattore determinante sia per contrastare il calo demografico sia per rendere un territorio ed un comune attrattivo". 

"Gli oratori hanno già reso noto la maggior parte delle date di Grest e campi estivi, iniziando a raccogliere iscrizioni - così si chiude l'interrogazione -, mentre alla data attuale la giunta non ha ancora deliberato i nuovi indirizzi relativi alle future edizioni dei centri estivi".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio: "Come verrà organizzato il centro estivo comunale?"

SondrioToday è in caricamento