rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Politica

Autonomia differenziata, Fontana esulta: "Giornata storica per la Lombardia"

La soddisfazione del presidente lombardo dopo l'ok del Senato

È stata definita dal governatore della Lombardia Attilio Fontana una “giornata storica”. Il Senato ha approvato in prima lettura il ddl Calderoli sull’Autonomia differenziata per le regioni a statuto ordinario con 110 voti favorevoli, 64 contrari e 30 astenuti. “Siamo a un passo dal grande obiettivo di avere una Lombardia più autonoma, capace di rispondere ancora meglio ai bisogni e alle aspettative dei suoi territori e dei suoi cittadini”, hanno detto Fontana e Mauro Piazza, sottosegretario alla presidenza della regione con delega all’autonomia. 

Con questo primo passo “il quadro normativo si fa più chiaro". "Grazie al lavoro preparatorio che insieme ai nostri uffici abbiamo predisposto fin da inizio legislatura, siamo a disposizione degli enti locali e degli stakeholder per raccontare in maniera concreta il nostro concetto di autonomia”, spiegano Fontana e Piazza, secondo cui il federalismo differenziato “non spaccherà il paese. Al contrario, aiuterà a ridurre il divario fra le aree più avanzate e quelle più problematiche”. Piazza ha spiegato che la Lombardia, avendo una popolazione e un Pil elevati, “è perfettamente in grado di poter gestire al meglio le 23 materie oggetto di possibili richieste di maggiori poteri e competenze”.

Se si arriva all'autonomia differenziata

Ora il ddl Calderoli, che prende il nome dal ministro, passa alla Camera per il via libera definitivo. Lo scopo della legge è quello di decentralizzare. Le regioni a statuto ordinario che lo chiederanno potranno avere autonomie di gestione su un massimo di 23 materie tra cui sanità, istruzione, energia e sicurezza sul lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia differenziata, Fontana esulta: "Giornata storica per la Lombardia"

SondrioToday è in caricamento