rotate-mobile
Non di competenza

Tagli alla sanità: "Non spetta al Comune fare pressioni al Governo"

Bocciata la mozione presentata dal Pd nella seduta dell'ultimo consiglio comunale di Sondrio

La situazione della sanità non soddisfa nessuno, nè a livello locale, nè a livello nazionale, ma non è compito del Comune o del sindaco, per quanto di un capoluogo di provincia come Marco Scaramellini, esercitare pressioni sul Governo o chiedere che vengano riviste le cifre dedicate alla sanità contenute nel Documento di economia e finanza: con queste motivazioni è stata bocciata la mozione presentata dai consiglieri del Pd in occasione della seduta del consiglio comunale di venerdì.

"La mozione, rispetto a quella relativa all'ospedale di Sondrio sale di livello, nel senso che affronta la questione della sanità non più a livello provinciale, ma nazionale. Tutti non siamo soddisfatti e tutti hanno colpe. Si è arrivati a raccogliere quello che è stato seminato negli anni, ad esempio per quanto riguarda la mancanza di personale. Non sono in grado di dire se il Documento di economia e finanza sia valido o meno, nè di poter incidere sul Governo. E' giusto che ci siano contrapposizioni politiche, sono il sale della democrazia, ma, ad esempio, la mancanza di medici deriva da una mancanza di programmazione ed è colpa un pò di tutti. Non mi sento di puntare il dito su qualcuno, ma ora il Governo deve fare il salto di qualità. La mozione contiene degli impegni sui quali non posso incidere".

L'intervento del sindaco Scaramellini ha seguito e ha fatto riferimento anche al dibattito tra i consiglieri, in cui si è assistito al rimpallo di responsabilità e accuse, per la verità un pò stucchevole, su quale Governo, di destra o sinistra, avesse effettuato i tagli maggiori e depauperato in maniera più evidente il sistema sanitario nazionale.

Un botta e risposta concluso dall'intervento di Pierluigi Morelli (Pd): "Se prima e da parte dei Governi precedenti ci sono stati degli errori - ha evidenziato Morelli - perchè perpetrare proprio questi errori e i tagli? E' necessario invertire la rotta e non scaricare sempre le colpe sul passato".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli alla sanità: "Non spetta al Comune fare pressioni al Governo"

SondrioToday è in caricamento