menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riconoscimento della specificità montana, Della Bitta e Del Barba a Roma

Al centro dell’incontro organizzato dall’Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della Montagna i bisogni e le richieste di Sondrio, Belluno e VCO

Nel 2014 con l’approvazione finale della legge Delrio, abbiamo iniziato a tracciare la strada di una maggiore autonomia per le province 'sorelle' di Sondrio, Belluno e Verbano-Cusio-Ossola: ora proseguiamo su questo percorso, con la determinazione e la passione che contraddistingue noi “montanari”.” Ha dichiarato il senatore dem Mauro Del Barba, che parteciperà alla conferenza stampa di giovedì' 4 maggio a Roma sul riconoscimento della specificità delle tre province montane, raggiunto grazie al forte impegno del Partito democratico e all’azione dei Governi Letta prima e Renzi poi.  “L’incontro è stato organizzato insieme ai colleghi dell’Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della montagna, in particolare ovviamente con i compagni di cordata Enrico Borghi e Roger De Menech. Saranno presenti anche i presidenti Stefano Costa, Agnese Larese Fillon e il presidente della Provincia di Sondrio Luca Della Bitta, che interverranno per esporre le problematiche e le criticità che ci restano da affrontare per garantire un pieno sviluppo dei nostri territori e caratterizzare la specificità montana con richieste peculiari.”

La Legge Delrio ha finalmente riconosciuto, per la prima volta nella nostra storia, uno status speciale per la Valtellina e la Valchiavenna, recepito poi da Regione Lombardia l’anno successivo.” ha ricordato il senatore morbegnese. “Quello della specificità montana è un traguardo che finalmente è stato riconosciuto da tutti, anche da coloro che inizialmente hanno tentato di avversarla denigrandola: è un tema ormai stabilmente al centro dell’agenda politica dei territori montani, sul quale si gioca il futuro delle nostre comunità. Ben vengano dunque tutti questi momenti che consentono di porre ancora di più sotto i riflettori nazionali le nostre realtà, con i loro bisogni specifici e le loro richieste.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento