rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Sulla linea della continuità

Siccità e Olimpiadi: ecco le priorità nell'agenda di Massimo Sertori

Le prime parole del valtellinese dopo la nomina nella giunta regionale del presidente Fontana: il video

Dopo la nomina ad assessore nella giunta del presidente Attilio Fontana è già tempo di mettersi al lavoro per il valtellinese Massimo Sertori che ha subito individuato le priorità nella sua agenda dei prossimi cinque anni.

"Oggi il presidente Fontana ha nominato la nuova giunta in relazione alla dodicesima legislatura: io farò parte di questa giunta, sarò assessore agli enti locali, alla montagna, alle politiche dell'energia e delle risorse idriche, ma manterrò anche la delega ai rapporti con la Svizzera, piuttosto che con le province autonome così come per la programmazione negoziata - queste le prime parole di Sertori dopo la nomina -. Certamente un impegno importante, un onore per me avere un ruolo così fondamentale. Un onore che vorrei condividere insieme ai cittadini di Valtellina e Valchiavenna che poche settimane fa hanno manifestato grande fiducia nei miei confronti e nei confronti del presidente Fontana".

Siccità e Olimpiadi

"C'è molto lavoro da fare, andremo in continuità e il metodo sarà sempre lo stesso - ha proseguito Sertori - fatto di molti fatti e poche parole. Con pragmatismo e decisione cercheremo di affrontare tanti problemi: uno dei primi che abbiamo sul tavolo è ovviamente quello della siccità. Ahimè, i dati e i numeri che abbiamo stanno facendo profilare, se non cambiano le condizioni, quindi se non dovesse dal punto di vista meteorologico cambiare radicalmente la situazione, una crisi di siccità al pari se non forse anche peggio rispetto a quella che abbiamo affrontato l'anno scorso. Cercheremo di affrontarla, tra le mie competenze c'è anche la regolazione dei laghi, piuttosto che le attività legate ai bacini alpini, ai bacini idroelettrici e alle dighe. Cercheremo di dare il massimo su questo e su tanti altri dossier, non ultimo, per quanto riguarda la Valtellina, ovviamente le Olimpiadi e e i rapporti con la vicina Svizzera".

"Ci vedremo e ci vedremo presto in Valtellina - ha concluso l'assessore - nelle tante occasioni che avremo e andremo avanti a lavorare per cercare di migliorare le condizioni dei cittadini di Valtellina e Valchiavenna e di tutti i lombardi". 

Le deleghe

Ecco, nel dettaglio, tutte le deleghe assegnate a Massimo Sertori:

  • enti locali
  • programmazione negoziata
  • sviluppo delle aree montane
  • gestioni associate e comunità montane
  • rapporti con la Confederazione elvetica
  • rapporti con le Province autonome (Fondo Comuni confinanti)
  • rete sentieristica e rifugi alpini
  • gestione invasi, utenze idriche, pianificazione utilizzo della risorsa idrica
  • risorse energetiche (produzione e reti); Fer e Cerl

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità e Olimpiadi: ecco le priorità nell'agenda di Massimo Sertori

SondrioToday è in caricamento