rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
dialoghi / Livigno

Olimpiadi 2026, Bormio e Livigno fanno squadra con Cortina

Sostenibilità e turismo al centro del confronto organizzato in occasione della manifestazione giornalistica "Cortina tra le righe" tra i sindaci delle località olimpiche

I territori olimpici fanno squadra in previsione del grande appuntamento del 2026. Nei giorni scorsi i sindaci di Bormio e Livigno sono stati invitati a Cortina d'Ampezzo per parlare di sostenibilità ambientale e turismo sostenibile. Un momento di confronto franco durante la manifestazione "Cortina tra le righe - la (tras)formazione dell'informazione", festival di formazione per giornalisti dedicato ai temi della sostenibilità e dell’inclusione organizzato da Cortina Skiworld in collaborazione con il Comune ed il supporto dell’Associazione Albergatori.

Tanti i temi trasversali tra le montagne valtellinesi e quelle bellunesi. "È stata una giornata molto importante. Bellissimo il confronto col sindaco di Cortina, abbiamo capito di avere tantissimi problemi comuni. Dal canto mio ho presentato i nostri progetti di sostenibilità ambientale visto che, per la prima volta, le Olimpiadi metteranno al centro la sostenibilità. Su tutti ho spiegato il ‘riordino’ del paese attraverso la realizzazione dei parcheggi interrati, il collegamento dei versanti e l'eliminazione dei parcheggi in superficie, oltre che la creazione di bacini idrici, fondamentali in questo momento di siccità", ha spiegato a SondrioToday Remo Galli, sindaco di Livigno.

"La cosa che mi ha impressionato di più, parlando col sindaco di Cortina, Gianluca Lorenzi, è stata la riduzione di traffico del 49% ottenuta costruendo un impianto di collegamento di impianti di risalita simile a quello che realizzeremo noi. Noi a Livigno puntiamo al 20-23% per migliorare la viabilità di noi residenti, della gente che ci vive, riducendo il traffico. La riduzione delle auto è la prospettiva futura" ha aggiunto Galli.

Soddisfatto anche il primo cittadino di Bormio, Silvia Cavazzi. "Il confronto come base per crescere. Siamo a Cortina per discutere di sostenibilità ambientale e turismo sostenibile nei territori olimpici. Bormio e Livigno insieme, uniti nel confronto con i territori olimpici di montagna. Condividere un percorso è parte dell'evento. Obiettivo fruibilità sostenibile e nuove politiche di ecoturismo. Le problematiche delle comunità di montagna sono simili tra loro su molti fronti, così come in tema di sanità di montagna".

Sanità

"Sulla sanità ci sono dei problemi comuni con Cortina. Anche loro hanno servizi che sono stati sospesi per la mancanza di medici. A tal proposito dobbiamo aprire una battaglia comune sulla sanità, pretendendo che le Regioni diano dei premi, degli incentivi, ai medici che decidono di lavorare presso i territori montani. Questo è importantissimo, sia per l'ospedale 'Morelli', sia per l'ospedale di Sondrio. Solo con nuovi medici riusciremo a fare un cambio di passo. La sanità viene prima di tutto ed è fondamentale per tutti i cittadini" ha concluso Galli.

Della stessa opinione Cavazzi. "La sanità è un tema molto sentito e di primaria importanza. Continua il nostro impegno, alla ricerca di soluzioni, uniti anche nella sanità" ha concluso la bormiese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi 2026, Bormio e Livigno fanno squadra con Cortina

SondrioToday è in caricamento