Politica

Sondrio, in duecento alla manifestazione pacifica pro-Palestina

Partecipata la protesta organizzata davanti alla Prefettura a poche ore dall'annuncio del cessate il fuoco, proclamato congiuntamente da Israele e Palestina in serata

Circa duecento manifestanti sono scesi in strada a Sondrio, nel tardo pomeriggio di giovedì 20 maggio, davanti alla Prefettura, per protestare contro l'escalation di violenze in corso in Israele, e in particolare contro l'offensiva dell'esercito israeliano nella striscia di Gaza. Una protesta pacifica partecipata, organizzata poche ore prima dell'atteso annuncio di cessate il fuoco annunciato congiuntamente da Israele e Palestina in serata, a cui hanno preso parte molte persone della comunità mussulmana di Valtellina e Valchiavenna. Presenti anche numerosi giovani, oltre che i rappresentanti sindacali della Cgil.

Una manifestazione organizzata da Angelo Costanzo (già segretario provinciale e consigliere regionale del Partito Democratico) per denunciare l'inequità di quelli scontri che hanno visto decide e decine di morti tra il popolo palestinese. «Su questo tema l'equidistanza non esiste, bisogna avere la fermezza delle parole. Prendere con fermezza la distanza da alcuni atteggiamenti sbagliati, per esempio io non condivido il lancio di missili da parte di Hamas sul territorio israeliano, ma la reazione dell'esercito israeliano però è sproporzionata, crea vittime tra i civili, tra bambini e donne di un popolo già martoriato ed emarginato. Bisogna far prevalere le ragioni della pace, per farlo c'è bisogno che ritornino in campo le coscienze civili dei popoli. Il primo appello da fare è per il cessate il fuoco poi bisognerà pensare a ricostruire il dialogo tra le parti» ha commentato Costanzo.

In tal proposito una delegazione di manifestanti è stata accolta dal prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello. A lui è stato consegnato un appello, affinchè si faccia tramite con il Governo della richiesta di cessate il fuoco anche da parte di «un territorio marginale e problematico come la provincia di Sondrio». Numerosi ed accorati gli interventi che si sono susseguiti al microfono "aperto" in difesa dei palestinesi e dei loro diritti.

Tregua

Come detto Israele e Hamas hanno raggiunto un'intesa sul cessate il fuoco. Prima il gabinetto di sicurezza israeliano ha approvato il cessate il fuoco con Gaza con voto unanime, poi  un alto esponente di Hamas ha confermato che è stato deciso un cessate il fuoco con Israele "reciproco e simultaneo" a partire dalle 2 di venerdì mattina (le una in Italia). A vigilare sull'accordo sarà l'Egitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, in duecento alla manifestazione pacifica pro-Palestina

SondrioToday è in caricamento