rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Richiesta di collaborazione

L'assessore regionale De Corato: "Si replichi in tutte le province il protocollo stazioni sicure"

Il rappresentante di Regione Lombardia ha inviato una missiva a tutti i prefetti invitandoli a mettere in atto l'accordo per una maggiore sicurezza lungo le linee ferroviarie alla luce dei preoccupanti dati registrati nel 2021

Riproporre l'accordo sottoscritto con la prefettura di Lecco per aumentare la sicurezza sui treni di Trenord, un protocollo "sperimentale", i cui esisti sono stati positivi e molto apprezzati: è questa la sintesi della lettera inviata dall'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, agli altri 11 prefetti lombardi.

"Per garantire la sicurezza sui convogli e negli scali ferroviari - ha dichiarato De Corato - è necessaria un'azione sinergica tra le istituzioni. Lo ripeto da tempo ed è sulla base di questa convinzione che ho scritto nuovamente ai prefetti lombardi riproponendo loro il progetto "sperimentale" attuato nella Provincia di Lecco. Progetto che ha registrato risultati molto positivi in tema di sicurezza".

L'accordo

Nel 2021, infatti, anche con il coinvolgimento della Polizia locale, Regione Lombardia ha perfezionato un accordo con la Prefettura di Lecco e Trenord, per la linea Milano-Lecco che, grazie all'adesione di più Comuni della provincia e al ruolo di capofila del Comune di Lecco, ha consentito una serie di servizi tardo pomeridiani e serali di Polizia locale e forze dell'ordine nei pressi di molte stazioni e a bordo treno che, di regola, non possono essere svolti per carenza di personale. "Mi auguro - ha sottolineato De Corato - che presto si possa fare altrettanto anche sulle linee ferroviarie delle altre province lombarde".

L'auspicio

L'auspicio dell'assessore regionale De Corato, peraltro, è lo stesso espresso dalla sezione sondriese di Fratelli d'Italia che, nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale del capoluogo ha fatto approvare, nell'ambito di una mozione presentata dagli esponenti locali del Pd ha fatto aggiungere un emendamento relativo proprio alla possibile applicazione del protocollo "Stazioni sicure" anche in provincia di Sondrio.

I numeri

Lo scorso anno Trenord ha registrato 693 aggressioni e minacce al personale di bordo, 1.261 atti vandalici e 370 furti, rapine, molestie sessuali, atti osceni e aggressioni ai viaggiatori. Le direttrici sulle quali sono state registrate più segnalazioni sono: Alessandria-Mortara-Milano (1.104 segnalazioni), Bergamo-Carnate-Milano (588), Lecco-Carnate-Milano (622), Mariano/Camnago-Seveso-Milano (557) e Verona-Brescia-Treviglio-Milano (681).

Le stazioni evidenziate per maggior numero di criticità rilevate sono Mortara (402), Milano Porta Genova (409), Monza (426) e Milano Porta Garibaldi (493). Le linee sulle quali, invece, si è registrato il maggior numero di aggressioni, 746 totali suddivise in 361 fisiche e 385 verbali, sono: Lecco- Bergamo-Brescia (49), Laveno- Varese- Saronno- Milano (55), Treviglio- Milano- Varese (60) e Verona-Brescia-Treviglio-Milano (61).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore regionale De Corato: "Si replichi in tutte le province il protocollo stazioni sicure"

SondrioToday è in caricamento