rotate-mobile
Appello urgente

Guerra in Ucraina: la dura condanna del Pd di Sondrio

Presentato un ordine del giorno urgente in vista del consiglio comunale di oggi: la richiesta al Governo di contrastare l'aggressione russa e all'amministrazione Scaramellini di creare "ogni possibile mobilitazione per la pace"

In vista del consiglio comunale di Sondrio di oggi pomeriggio, i consiglieri del Pd Michele Iannotti e Roberta Songini hanno presentato un ordine del giorno relativo alla guerra in Ucraina, in cui condannano fermamente l'invasione russa e chiedono non solo al Governo, ma anche alle istituzioni locali, di mettere in campo ogni forma possibile di intervento e mobilitazione per esprimere solidarietà e vicinanza al popolo ucraino e fermare l'aggressione delle truppe di Vladimir Putin.

La preoccupazione

Nel documento, peraltro, oltre alla vicinanza alle popolazioni costrette a un esodo forzato dalle loro città e case e alla condanna dell'azione russa, si esprime anche la preoccupazione relativamente al "rischio di un allargamento del conflitto con la concreta possibilità di un pericoloso scenario di tensione internazionale".

La mobilitazione

Per questo, gli esponenti del gruppo consiliare del Pd chiedono, da un lato, al Governo italiano "agli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione Europea di impegnarsi in un’iniziativa di contrasto all’aggressione, assumendo le misure necessarie, nel quadro della comunità internazionale di cui  l’Onu deve garantire i diritti alla libertà e alla democrazia, con un ruolo attivo nelle alleanze difensive a partire dalla NATO,  perché l’invasione sia fermata, l’Ucraina sia liberata e si possa tornare all’applicazione degli accordi di Minsk, al rispetto degli accordi di Helsinki, ribadendo il principio fondamentale dell’inviolabilità delle frontiere".

Dall'altro, il documento esorta anche l'amministrazione comunale del sindaco Marco Scaramellini a "far sentire al popolo ucraino la reazione e la solidarietà dei cittadini italiani e la più forte condanna morale e politica di Putin e delle sue azioni di guerra; a creare ogni possibile mobilitazione contro l'aggressione russa, per la pace e la garanzia del diritto internazionale in concorso con le altre istituzioni locali e con la società civile che si oppone al sopruso e alla sfida portata alla democrazia e alla convivenza dei popoli".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina: la dura condanna del Pd di Sondrio

SondrioToday è in caricamento