rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Politica

Elezioni regionali, per il centrosinistra spunta il milanese Maran

Dopo i no di Cottarelli e Pisapia avanza la candidatura dell'assessore della giunta Sala. Probabili le primarie

Pierfrancesco Maran è pronto a candidarsi alle primarie del centrosinistra per scegliere il candidato presidente di Regione Lombardia. Le voci sulla discesa in campo dell'assessore milanese alla Casa e al piano quartieri si rincorrevano da tempo. Ora manca solo l'ufficializzazione, che potrebbe arrivare questa mattina al Teatro Franco Parenti, dove è in programma una conferenza stampa di Maran dal titolo emblematico: "La grande impresa Lombardia 2023".

Grande impresa, perché il centrosinistra non ha mai governato la Regione da quando c'è l'elezione diretta del presidente. Grande impresa, perché i distacchi col centrodestra sono sempre stati importanti. Nel 2018, per esempio, Attilio Fontana vinse con il 49,75%, lasciando il principale sfidante, Giorgio Gori, candidato del centrosinistra, al 29,09% e il candidato del Movimento 5 Stelle, Dario Violi, al 17,36%. 

I no di Cottarelli e Pisapia

Il centrosinistra ricorrerà quasi certamente allo strumento delle primarie di coalizione per scegliere il candidato presidente da contrapporre ad Attilio Fontana, ricandidato per il centrodestra, e a Letizia Moratti, fino a poche settimane fa vice presidente della giunta regionale, ora candidata presidente per Azione e Italia Viva. Negli ultimi giorni, prima Carlo Cottarelli, poi Giuliano Pisapia hanno detto di non essere interessati alla candidatura.

Le primarie dovrebbero tenersi al massimo poco dopo la metà di dicembre. Questo anche se, all'interno del Pd, c'è chi vorrebbe dialogare con Letizia Moratti con l'obiettivo di un fronte unitario per non far vincere il centrodestra: è il pensiero, ad esempio, di Fabio Pizzul, capogruppo uscente del Pd al Pirellone.

Gli altri candidati

Tra gli altri possibili candidati alle primarie oltre a Maran, si parla spesso di Pierfrancesco Majorino (già assessore al welfare a Milano ed ora deputato europeo) e Stefania Bonaldi (ex sindaca di Crema). Mentre quasi certa è la candidatura del medico Vittorio Agnoletto, proposto da Medicina democratica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, per il centrosinistra spunta il milanese Maran

SondrioToday è in caricamento