Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Elezioni comunali, come si vota: 9 Comuni della provincia di Sondrio alle urne

Tutto quello che c'è da sapere per votare alle elezioni amministrative 2021

Oggi e domani urne aperte in 9 comuni della provincia di Sondrio per le elezioni comunali: dalle ore 7 alle ore 23 e dalle ore 7 alle ore 15. Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura delle urne. Per le elezioni amministrative possono votare tutte le persone iscritte nelle liste elettorali di ciascun comune che abbiano compiuto il 18esimo anno di età entro domenica 3 ottobre 2021 (compresa). In totale le persone aventi diritto di voto in Valtellina e Valchiavenna quasi 20.000.

I Comuni al voto

In provincia di Sondrio chiamati a rinnovare le Amministrazioni comunali sono gli abitanti di Ardenno, Bormio, Dazio, Livigno, Mantello, Mello, Rasura, Villa di Chiavenna e Villa di Tirano. Nello specifico è Livigno, in relazione alla popolazione residente, il comune più grande di questa tornata elettorale con i suoi 5.976 abitanti, di cui 4.963 elettori, chiamati a votare in cinque seggi. A seguire, con tre seggi, Bormio (4.036 residenti e 3.702 elettori), Ardenno (3.270 residenti e 3.027 elettori) e Villa di Tirano (2.957 e 2.931). Seggio unico, invece, a Villa di Chiavenna (1.108 elettori su ), Mello (1.042 elettori su ), Mantello (636 elettori su 743 abitanti), Dazio (400 su 471 abitanti) e Rasura (302). Complessivamente, le sezioni elettorali allestite sono 19.

Come si vota alle elezioni comunali

Per votare alle elezioni comunali bisogna presentarsi al proprio seggio (la sezione è indicata sulla scheda elettorale) con un documento di identità valido e, appunto, la scheda elettorale. Chi l'ha smarrita o ha finito gli spazi per i timbri può chiederla all'ufficio anagrafe del proprio comune che, proprio per facilitare le operazioni di voto, rispetterà orari di apertura più ampi. 

L'elenco completo dei candidati

Come si vota nei comuni sotto ai 15mila abitanti

Tutti i Comuni valtellinesi e valchiavennaschi al voto hanno una popolazione residente inferiore a 15mila abitanti. Per questo l'elezione del sindaco e del consiglio comunale è diretta e non è previsto alcun ballottaggio (salvo parità di preferenze).

Si esprime la propria preferenza tracciando un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato.

Nel solo comune di Livigno, unico ad avere oltre 5mila abitanti si può esprimere due preferenze. In questo caso, tuttavia, devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

Lista unica

Tra le novità introdotte In occasione delle comunali 2021 vi è la modifica del quorum di validità in presenza di una sola lista candidata. Nello specifico, sindaco e candidati verranno eletti se avranno ottenuto almeno il 50% dei voti, a condizione che sia andato a votare almeno il 40% degli elettori. Ai fini delle determinazione del numero degli elettori non si terrà più conto degli iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.). Un novità molto importante, pensata per scongiurare il commissariamento del Comuni, che "tocca" sei Amministrazioni chiamate al rinnovo in provincia di Sondrio: Bormio, Dazio, Livigno, Mantello, Rasura e Villa di Tirano. 

Tutte i nomi dei candidati sindaci e consiglieri: la guida

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, come si vota: 9 Comuni della provincia di Sondrio alle urne

SondrioToday è in caricamento