rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Mancanza di chiarezza / Teglio

Elezioni 2022: "A Teglio i cittadini non sanno ancora dove votare"

La denuncia del capogruppo di minoranza in Comune Lucia Codurelli

Mancano pochi giorni alle elezioni politiche del 25 settembre, eppure molti cittadini di Teglio non sanno ancora dove dovranno recarsi a votare: è la denuncia di Lucia Codurelli, capogruppo di minoranza proprio nel Comune tellino.

"A pochi giorni dal voto il sindaco, non sindaco [Elio Moretti n.d.a.], - così esordisce la Codurelli - ancora una volta, ignora colpevolmente un diritto dei cittadini per una mancanza di informazione sul dove si voterà, trasformando il tutto in pura e vergognosa burocrazia! Oltretutto recidivo! Presso la ex Scuola di San Giacomo sono stati allestiti gli spazi per la propaganda, sulla porta dello stabile vi è esposto il manifesto del Comune e il tutto farebbe pensare che li vi è la sede del voto. Purtroppo non è così!".

Il trasferimento

"A domanda precisa agli uffici la risposta è stata che solo da alcuni giorni è stata inoltrata alla commissione elettorale mandamentale la richiesta di spostamento della sezione a Tresenda, per inagibilità dello stabile. - ha poi proseguito la capogruppo della minoranza di Teglio - Alla faccia della correttezza e del rispetto, visto che sul sito della prefettura, dal 16 agosto vi è l’elenco dei seggi e S.Giacomo come S.Giovanni non risultano. Visto che lo stabile prima utilizzato era in buone condizioni, dopo aver iniziato lavori mai terminati, i cittadini da quasi tre anni sono senza l’Ambulatorio Medico e la sezione Elettorale, il tutto dopo aver speso oltre 700 mila euro, finanziati dalla Fondazione Valtellina a scopo sociale. Dunque, era ed è risaputo che tutto è fermo e non è accessibile!".

Servono chiarimenti

"Pertanto è quanto mai legittimo chiedersi del perché i cittadini non vengono informati correttamente e capillarmente nei tempi previsti? - ha concluso Codurelli - È mai possibile che un’amministrazione colpevole della reiterata assenza non si renda minimamente conto dell’importanza della garanzia del voto visto che a pochi giorni tutto tace? A fronte di una incresciosa situazione che si perpetua, si chiede al Prefetto, rappresentante del Governo a livello locale, che venga garantito, da chi di dovere, il diritto al voto, attraverso un’informazione corretta e puntuale, supportata dal trasporto per chi non è automunito". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022: "A Teglio i cittadini non sanno ancora dove votare"

SondrioToday è in caricamento