rotate-mobile
Politica

La Costiera dei Cech fa squadra guardando al futuro

A palazzo Muzio la sottoscrizione del protocollo d’intesa per la valorizzazione e lo sviluppo sociale, economico e culturale dei suoi 8 Comuni del mandamento di Morbegno: le foto

La “Costiera dei Cech” fa da apripista sottoscrivendo un protocollo d’intesa per la valorizzazione e lo sviluppo sociale, economico e culturale dei suoi 8 Comuni. Un percorso innovativo, finanziato dalla Provincia di Sondrio in accordo con Regione Lombardia con i fondi derivanti dall’AQST (Accordo quadro di sviluppo territoriale) con 120mila euro, ideato con l'aiuto della Fondazione del Politecnico di Milano.

Partire dal passato per costruire un futuro comune. È l'obiettivo che si pongono le Amministrazioni comunali di Dubino, Traona, Cino, Mantello, Cercino, Mello, Civo e Dazio, affiancati dai consulenti del prestigioso Ateneo milanese. "Lo studio dovrà proporre un progetto di comunità che tenga conto della storia, delle tradizioni e delle peculiarità territoriali che possa esaltare le caratteristiche di ciascuno come leva di sviluppo sostenibile anche delle attività economiche. Lo studio si propone di sensibilizzare una visione di aggregazione delle comunità locali attraverso un percorso volto a ridurre le frammentazioni", si legge nel protocollo sottoscritto nella mattinata di martedì 4 giugno, presso palazzo Muzio.

Entro la fine dell’anno, queste le tempistiche, sarà redatto un 'master plan' che articoli uno studio complessivo per lo sviluppo programmato del territorio, individuando le potenziali vocazioni utili per innescare le attività di sviluppo dell’intera “Costiera dei Cech”, territorio ampio e peculiare "casa" per ben 11mila cittadini. Un percorso importante che vuole fare "scuola". “Sin tratta di un progetto molto ambizioso - ha commentato il presidente Davide Menegola - che anticipa, per certi versi, quel desiderio di coesione territoriale e di governance oltre che di semplificazione amministrativa che sta chiaramente emergendo anche dal progetto 'Valtellina Dieci'. E proprio in virtù dell’intesa trovata dagli otto comuni della Costiera dei Cech e dei contenuti di indubbio valore proposti, la Provincia ha ritenuto di finanziare il master plan. Attenderemo il documento finale e mi sento di rassicurare fin d’ora tutti i colleghi amministratori che la Provincia sarà al loro fianco per i successivi step di progetto”.

“Sono molto soddisfatto - ha dichiarato Maurizio Papini, consigliere provinciale nonché sindaco di Traona, Comune capofila del progetto - perché con la firma del protocollo di intesa si concretizza di fatto il lungo e proficuo lavoro di confronto e di dialogo portato avanti da tutti i sindaci. Il master plan comprenderà tutti gli ambiti strategici per la valorizzazione e lo sviluppo di un’area ricca di storia. Dall’uso e dalla messa in sicurezza del territorio alla valorizzazione del patrimonio architettonico, dagli aspetti urbanistici al ripristino delle antiche colture, dalla sentieristica allo sviluppo di un’offerta turistica di qualità. Oggi credo di esprimere a nome di tutti i colleghi un sentimento di grande emozione e di gratitudine nei confronti della Provincia e della Fondazione Politecnico”.

"La missione del Politecnico è quella di essere vicino al territorio, alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. Con questo protocollo vediamo la concretizzazione al 100% di questa missione. Al di là del 'master plan' ci impegniamo ad aiutare i Comuni a cogliere in modo sistematico le occasioni di finanziamento, affinchè possano fare 'massa critica'. Siamo qui su due piani, aiutare a costruire insieme dei progetti sistematici, aiutando a gestirli, e sostenere le domande di 'finanza agevolata'. Mi auguro che questo protocollo sia un inizio di collaborazione a lunghissimo termine", ha evidenziato Laura Mazzola, direttore Business Unit e Ricerca e Industria della Fondazione Politecnico.

La firma del protocollo

Firma protocollo valorizzazione e sviluppo “Costiera dei Cech” - 4 giugno 2024

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Costiera dei Cech fa squadra guardando al futuro

SondrioToday è in caricamento