Sertori: «Aumentiamo l'indennità per i sindaci dei piccoli Comuni. Ridiamo dignità al loro mestiere»

L'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, è intervenuto nel dibattito scaturito dal convegno 'Sindaci d'Italia' di Poste Italiane

Caspoggio

«Fare il sindaco di un piccolo Comune non puo' essere solo una missione in quanto il tempo dedicato alla collettivita' ha un costo, anche economico. Per questo motivo, sono da sempre favorevole ad un aumento dell'indennità per i sindaci, in particolare per quelli dei piccoli Comuni, che hanno un forte senso della comunita', ma anche enormi responsabilita' da gestire. C'e' bisogno insomma di dare dignità al mestiere del primo cittadino».

Lo afferma Massimo Sertori, assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, intervenendo sul tema dell'indennita' dei sindaci avanzata oggi in occasione del convegno 'Sindaci d'Italia' di Poste Italiane tenutosi a Roma, al quale sono intervenuti circa 4000 sindaci da tutta Italia.

«E' sempre piu' difficile - ha spiegato - trovare chi sia disposto a esercitare questa funzione. Chi amministra i piccoli Comuni spesso fa volontariato puro ed e' disposto a dedicarsi alla comunita', sottraendo tempo alla propria famiglia e affrontando nel quotidiano le esigenze reali del territorio. E' necessario dunque che vi sia una convergenza che va oltre l'appartenenza politica per mettere questo 'esercito di eroi' nelle condizione di poter esercitare al meglio le proprie prerogative». 

Secondo Sertori occorre intervenire da un punto di vista legislativo sia per semplificare le procedure amministrative, sia per non mettere continuamente a rischio l'attivita' dei sindaci rispetto all'assunzione di responsabilita' personali. 

«Continuero' a spendermi in prima persona - ha concluso - per mettere in campo le risorse e i mezzi a mia disposizione per dare maggiori competenze e dignita' al mestiere che svolgono e sostenere i nostri amministratori locali, dando supporto concreto alle funzioni che garantiscono la sopravvivenza dei piccoli Comuni e ne scongiurano lo spopolamento».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolti da una colata di fango, almeno tre morti in Valmalenco

  • Chiavenna in lutto per la tragica morte di Filippo

  • Tresenda, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Travolti e uccisi da una frana a Chiareggio: tre morti tra cui una bambina

  • Futuro del Morelli, anche Pedrazzi scrive a Fontana: «Si valuti strategia alternativa»

  • Tresenda, ha un nome la donna ritrovata senza vita nell'Adda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento