rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cancellazioni e disagi

Domani sciopero del trasporto pubblico locale in Lombardia

L'agitazione è stata proclamata da varie sigle sindacali che chiedono il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro per la categoria degli autoferrotranvieri

La Filt Cgil, insieme a Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro, ha proclamato per domani, venerdì 25 febbraio uno sciopero di 24 ore che coinvolgerà le lavoratrici e i lavoratori del trasporto pubblico locale.

Il contratto collettivo

Una prima mobilitazione nazionale si era svolta il 14 gennaio, quando lavoratrici e lavoratori si erano fermati per 4 ore per chiedere il rinnovo del Ccnl, scaduto il 31 dicembre 2017. L’altissima percentuale di adesione registrata ha rappresentato un chiaro segnale di insofferenza del personale attivo nel Tpl, determinata dalla durissima situazione emergenziale in cui opera e da un livello salariale bloccato ormai da oltre quattro anni. Ad oggi, tuttavia, le aziende impegnate nel Tpl continuano a manifestare indifferenza nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori che ogni giorno garantiscono il proprio impegno nel fornire un servizio essenziale ai cittadini, e le associazioni datoriali non hanno nemmeno fatto lo sforzo di convocare le organizzazioni sindacali. 

Un segnale evidente della loro volontà di rinviare il più possibile il confronto sul Ccnl. Di fronte a una tale mancanza di rispetto, e nella speranza di chiudere positivamente la vertenza, rinnovando quanto prima il contratto nazionale, le organizzazioni sindacali si vedono costrette a indire una nuova giornata di sciopero nazionale. L’obiettivo è garantire al personale del Tpl il riconoscimento della propria professionalità attraverso un sacrosanto adeguamento salariale.

"Auspichiamo che le controparti cambino atteggiamento e si rendano disponibili a discutere il rinnovo del Ccnl - sottolinea il segretario generale della Filt Cgil Lecco Sondrio Andrea Frangiamore -. Se ciò non dovesse accadere saremo pronti a proseguire la mobilitazione". 

In provincia di Sondrio questa mobilitazione riguarda le 4 aziende del Trasporto pubblico locale e alcune decine di imprese attive nel noleggio di bus turistici. "Queste criticità determinano l’abbandono del settore del Tpl da parte di numerosi conducenti - conclude Frangiamore -. Emerge il rischio di non potere più garantire, in futuro, il servizio di trasporto pubblico locale".

Trenord

Nella giornata di domani è previsto anche uno sciopero che potrà interessare il personale del gestore dell’infrastruttura Ferrovienord: sono dunque possibili disagi e cancellazioni (anche se verranno rispettate le fasce di garanzia, trattandosi di una giornata lavorativa) su 9 delle 42 direttrici del servizio regionale.

Tra le nove direttrici interessate dall'agitazione non rientrano le linee Milano-Tirano e Chiavenna-Colico. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani sciopero del trasporto pubblico locale in Lombardia

SondrioToday è in caricamento